'Chi vuole un abbraccio?', due orsi ci spiegano la gentilezza

Abbracci inaspettati nel bosco, papà e piccolo orso dimostrano a tutti come è bello essere gentili

Chi vuole un abbraccio?, Przemyslaw Wechterowicz, Emilia Dziubak, Sinnos, 2014

– Credits: Emilia Dziubak, Sinnos

Ilaria Cairoli

-

Ci sono poche cose che rendono più felici di un abbraccio dato col cuore e i due orsi protagonisti di Chi vuole un abbraccio? lo sanno bene.

“Figlio, lo sai come si fa ad avere un giorno perfetto?” chiede Papà Orso.
Orsetto fa un sorriso da un orecchio all’altro. “Certo che lo so! Bisogna fare le capriole giù dalla collina!”.
“Ah! Ah! Ah! Rotolarsi dalla collina è una buona idea; ma per avere un giorno veramente perfetto bisogna abbracciare qualcuno!” dice Papà Orso e si mette l’orsetto sulle sue grandi spalle.

Così inizia il viaggio di padre e figlio attraverso il bosco per dispensare abbracci a chiunque passi sulla loro strada. Un castoro di fretta,  un lupo riservato, conigli timorosi, un vecchio alce, un cacciatore con pessime intenzioni e addirittura un’anaconda: un abbraccio è sempre apprezzato, ma gli abbracci inaspettati lo sono di più. 

Chi vuole un abbraccio? racconta la forza dirompente della gentilezza, spesso dimenticata. Un libro che, con una storia semplice e illustrazioni tenere e divertenti, fa riflettere grandi e piccoli sulla bellezza e sulla potenza dei gesti d’amore. 

Da 4 anni in su. 

Chi vuole un abbraccio?  ,Przemyslaw Wechterowicz, Emilia Dziubak, Sinnos, 2014

© Riproduzione Riservata

Commenti