Il Brasile in 5 guide irrinunciabili

#nonsolomondiali: per chi porta la saudade do Brasil nel cuore 5 utilissimi volumi che vi mostrano un paese che non è solo calcio

Le 5 copertine dei titoli in oggetto

Valeria Merlini

-

Venite con me, vi porto per mano nel paese che ospiterà l’evento dell’estate. Senza parlarvi però di quel calcio di inizio. Voglio invece che vi immergiate nel paese più colorato e divertente del mondo grazie ai titoli che ho selezionato. Non romanzi questa volta, ma guide di viaggio. Tradizionali e imperdibili, come stravaganti e originali. Ma nelle pagine di ognuna, se farete bene attenzione quando le sfoglierete, non potrete fare a meno di iniziare a dimenarvi al ritmo della samba.

Questo è un paese dove ci sono maggiori possibilità di creare un mondo interamente nuovo. Il Caos non ci manca. (Millor Fernandes) 

Tristezza per favore vai via. Storie brasiliane di Alberto Riva
(Il Saggiatore , 2014)
A partire dalla follia collettiva del Carnevale, un viaggio alla scoperta di un universo mitico e malinconico fatto di musicisti e cantanti, artisti e architetti, poeti e scrittori, calciatori e gente di strada. Storie, ricordi e segreti concorrono a costruire una memoria che si perde in un passato coloniale quasi mitico. E che ritorna con i gol di Garrincha, le suggestioni di Oscar Niemeyer, i versi di Vinícius de Moraes, la voce di Caetano Veloso e arriva fino a un presente in bilico, fatto di miseria e violenza ma anche di seduzione, esuberanza e riscatto.
È un viaggio a ritmo di samba e bossa nova attraverso l’incontenibile natura che ancora deborda nel cuore di Rio de Janeiro, il rito sociale della gastronomia, la mitologia del calcio celebrato come religione nazionale nel tempio del Maracanã, il più grande stadio del mondo. Un viaggio nella cidade maravilhosa dove tutto riesce a convivere in maniera incredibilmente armonica: le colline delle favelas – tra criminalità, droga e disperazione –, i futuristici grattacieli sul mare, le favolose spiagge di Ipanema e Copacabana, i locali alla moda e i botequins poco raccomandabili, il divertimento sfrenato e la saudade.
Quello di Tristezza per favore vai via è un viaggio affascinante e rivelatore nel cuore di Rio e del Brasile stesso, nel crogiolo di razze e culture, nel fascino conturbante, nelle irriducibili contraddizioni e nella sua vitalità disperata

Leggi anche: Seguire i pappagalli fino alla fine. Voci di Rio de Janeiro di Alberto Riva (Il Saggiatore, 2008)

Alfabeto brasilero.  26 parole per riflettere sulla nostra e l’altrui civiltà di Angelo D’Orsi
(Ediesse , 2014)
A metà tra reportage, saggio e racconto letterario, questo è un viaggio attraverso un paese che è il concentrato di tutte le contraddizioni del mondo: grande e ricco, povero e desolato, sulla via della crescita e immobile, industriale e rurale, il paese della bellezza ma anche dell’obesità all’americana; il luogo dell’«uomo cordiale» che ti chiede «tudo bem?», ma anche della ferocia di una criminalità diffusa e della violenza delle forze di polizia. È America, ma è Africa, Europa, ed è pure la «terza nazione», delle comunità indigene sterminate dalla «conquista», ancora oggi sotto attacco. La metafora «Brasile» può servire a riflettere sui mali e i pericoli delle società contemporanee, e a ridare un senso alla nostra esistenza, nella compassione per i deboli, nel rispetto dell’altro e in quella lotta capace di cancellare le ingiustizie sociali e salvare nella natura il futuro nostro, quello delle terre che abitiamo.

Mio Rio! Come trasferirsi a vivere all'estero di Attilio Caselli
(Fazi , 2013)
Il Brasile ha attraversato negli ultimi anni un periodo di forte crescita e boom economico. Da sempre simbolo di allegria e divertimento e primo centro turistico del paese, Rio è uno dei centri più dinamici e popolosi del Sudamerica, sede dei maggiori network televisivi e società di produzione cinematografica e musicale.
In vista del prossimo carnevale, dei Mondiali 2014 e delle Olimpiadi del 2016, una guida pratica per muoversi nei quartieri più difficili e trovare, con i suggerimenti su dove mangiare la miglior feijoada o trovare i biglietti per il Maracanà e gli indirizzi per parchi, musica, locali, spiagge.

Brasile di Regis St. Louis, Gary Chandler, John Noble, Kevin Raub, Paul Smith, Bridget Gleeson, Gregor Clark
(EDT , 2014)
“Terra di magnifiche spiagge bianche, rigogliose foreste pluviali e metropoli che pulsano al ritmo di musiche trascinanti: il Brasile è senza dubbio uno dei paesi più affascinanti del mondo”. Regis St Louis.
Immancabile e irripetibile, la guida Lonely Planet sul Brasile offre tutti gli strumenti e gli itinerari per pianificare il viaggio e trasformarlo in un’esperienza straordinaria grazie a foto suggestive, ai consigli degli autori e alla vera essenza dei luoghi.

Rio de Janeiro
(Touring , 2014)
La cidade meravilhosa è meta ambita dai vacanzieri di tutto il mondo, e nell’anno che il Brasile ospita i mondiali di calcio ancora di più… Tra samba, spiagge dorate, sole, vegetazione lussureggiante, divertimenti, danze e musica, sapori esotici e surf sulle onde, Rio è nell’immaginario collettivo la città del divertimento e della gioia di vivere, ma è anche una città enorme, ricca di contraddizioni, contrasti e bellezze da scoprire.

@violablanca

© Riproduzione Riservata

Commenti