‘Born to Run’: il libro di Christopher McDougall finalmente in Italia

La corsa in tutte le sue sfumature: sport, mezzo di conoscenza, filosofia di vita

born-to-run

Born to run – Credits: Thinkstock

Andrea Bressa

-

La corsa non è soltanto uno tra gli sport più praticati al mondo. Si tratta anche di uno stile di vita, che ci aiuta a guardare noi stessi e il mondo con occhi diversi.

Di ciò è profondamente convinto Christopher McDougall, autore di Born to Run, un libro che potremmo definire come una vera e propria dichiarazione d’amore nei confronti della corsa. Da poco pubblicato da Mondadori all’interno della collana Strade Blu Saggi, il libro ha ottenuto un enorme successo in America, grazie alla precisione con cui indaga il running in tutte le sue sfaccettature.

La corsa è prima di tutto un mezzo per scoprire la realtà, per entrare in contatto con la natura e con chi ha imparato a vivere in simbiosi con essa. Ma accanto a queste considerazioni quasi "poetiche", trovano spazio anche pagine più tecniche: in che modo utilizzare il proprio corpo per ottenere le migliori prestazioni sulla velocità e sulla durata, quale tipo di alimentazione seguire per essere sempre in forma, cosa significa veramente essere sportivi.

Infine, l’autore sottolinea il ruolo fondamentale che la corsa ha avuto per la nascita della specie umana fin dall’alba dei tempi: l’uomo del Paleolitico era essenzialmente un cacciatore, passava le giornate a inseguire le sue prede correndo. La prova di questa eredità ancestrale è la spontaneità con cui i bambini si abbandonano alla corsa nei momenti di rabbia e in quelli di felicità. Peccato solo che, molto spesso, gli adulti se ne dimentichino.

Christopher McDougall, Born to Run, Mondadori

© Riproduzione Riservata

Commenti