Booksgiving day: regala un libro a chi ne ha bisogno

Libreriamo lancia la prima giornata dedicata a regalare il libro a chi ne ha bisogno come chi vive negli ospedali, negli orfanotrofi, nelle carceri. O semplicemente a un amico o un parente.

Redazione

-

Promuovere la lettura regalando un libro a chi ne ha bisogno. Questo lo scopo del Booksgiving day lanciato da Libreriamo,  la piazza digitale dedicata ai libri e alla cultura, in occasione del secondo anniversario dalla sua nascita (12 aprile 2012). 

L'invito è infatti per domani, 12 aprile: tutti gli amanti della lettura sono invitati a regalare un libro a chi e’ in difficolta’ e vive in ospedali, orfanotrofi, carceri, o semplicemente ad un amico, un parente, che puo’ trovare nella lettura consolazione, sostegno, una buona compagnia.

Scopo della campagna quello di sensibilizzare sempre piu’ gente a leggere i libri e sottolineare l’importanza sociale della lettura.
 
“Da due anni stiamo impiegando risorse ed energie a favore della promozione della lettura e dei libri – afferma Saro Trovato, mood maker, sociologo e fondatore di Libreriamo - un fine per noi molto importante perché siamo convinti che in uno Stato dove si legge poco ci sia poco senso civico, rispetto del prossimo e del pubblico in generale.

Si comprende facilmente che una popolazione che legge poco e che e’ stata troppo “vittima” della televisione rappresenta un’emergenza sociale al pari di tante altre. Ecco perché vogliamo proporre un’iniziativa che abbia per protagonisti i booklovers, la community degli amanti della lettura e della cultura.”
 
Partecipare alla campagna sociale in condivisione è semplicissimo.

Basta avere un libro, nuovo o usato, da regalare ad un amico o ad un parente, oppure da portare personalmente nelle sale d’attesa di una struttura particolare come un ospedale, un orfanotrofio e fotografare il libro con un’apposita dedica. La foto andra’ poi postata sulla pagina Facebook di Libreriamo   e sul profilo twitter @Libreriamo con l’hashtag #BooksgivingDay.

© Riproduzione Riservata

Commenti