Il club del sabato sera, un libro sull'amicizia

Il racconto di Backy Aikman e di come vivere bene dopo una perdita dolorosa

Becky Aikman, "Il club del sabato sera", Piemme – Credits: ufficio stampa

Micol De Pas

-

Ci sono idee che fanno bene. Come quella che ha avuto Becky Aickman quando, molto giovane, è rimasta vedova. Per superare questa pesantissima perdita, ha creato un gruppo di donne come lei, per ritrovarsi il sabato sera. Così è nato il  The Saturday Night Widows: per un anno, un sabato al mese cinque giovani donne rimaste improvvisamente sole si sono ritrovate. Per stare insieme, per darsi coraggio, per affrontare le difficoltà e per ritrovare insieme il piacere di divertirsi e lanciarsi in nuove avventure.

Beh, l'idea ha avuto successo. Le cinque donne hanno stretto una salda amicizia tra loro, hanno viaggiato, sono andate in giro, hanno ritrovato quella forza che sembrava essere venuta loro meno. In una parola, hanno ritrovato il modo di stare bene.

Così Becky Aikman, appena quarantenne quando ha perso il marito scrittore, ha poi deciso di raccontare in un libro la sua esperienza. Da giornalista (lavora attualmente a Business Week) ha saputo fare di un racconto biografico un libro ben riuscito che parla del valore inestimabile dell'amicizia. E ora Il club del sabato sera (Piemme) è candidato al 2014 Books for a Better Life Award, il premio dedicato ai libri che sanno dare spunti per una vita migliore.

-------------------------

Becky Aikman, Il club del sabato sera, Piemme Voci.

© Riproduzione Riservata

Commenti