Libri

"Balera", il racconto di un luogo dimenticato attraverso le immagini di Alessandro Sanna

Il tratto grafico di Alessandro Sanna ci porta nelle balere della "bassa" per raccontarci con ironia di un mondo che ancora resiste nella provincia del nord Italia

"Balera", Alessandro Sanna, Logos, 2012

– Credits: Alessandro Sanna, Balera

Balera non è un libro che si racconta a parole, è un libro che parla per immagini.
Alessandro Sanna, illustratore di fama, gioca con le possibilità offerte dal pennino e dalla china nera per raccontare il mondo un po' retró della "balera", locale tipico dell'Emilia Romagna e del nord più in generale, dove il ballo è rigorosamente di coppia.

È il tratto stesso che sembra volteggiare insieme agli improbabili personaggi che popolano la balera: donne agghindate in abiti aderenti, uomini vanitosi dalle capigliature eccentriche. Qui non esiste la netta distinzione tra giovani e anziani, perchè l'energia scaturita dalla musica e dai movimenti del ballo è la stessa per tutti.

Alessandro Sanna racconta con immagini che incantano per l'efficace semplicità del tratto grafico, una realtà popolare molto presente nella bassa padana, ma spesso dimenticata perché fuori dai circuiti della comunicazione tradizionale, poco incline a seguire le mode del momento e molto legata al passato e al suo territorio.

Il racconto delle coppie della balera è ironico e completo e parte dalla preparazione alla serata, fino alla conclusione della vita insieme, passata sulla  pista da ballo.

Alessandro Sanna è nato nel 1975 a Nogara, provincia di Verona, vive e lavora a Mantova. È illustratore sul Corriere della Sera, Sole 24 ore e New Yorker, oltre che per numerosissimi libri sia per adulti che per bambini.

Balera , Alessandro Sanna, Logos, 2012

© Riproduzione Riservata

Commenti