Libri

Cinque libri su Auguste Lumière e dintorni, a 150 anni dalla nascita

Il 19 ottobre 1962 nasceva il maggiore dei due fratelli inventori del cinema. Ecco alcuni titoli sulla genesi della settima arte e sulla sua evoluzione

I fratelli Lumière (Wikimedia Commons)

Centocinquanta anni fa, il 19 ottobre 1962, nasceva nasceva Auguste Lumière, il maggiore dei fratelli Lumière a cui per definizione è legata la nascita del cinema. Suo fratello Louis nacque invece il 5 ottobre 1864.

A loro due si deve l'invenzione del proiettore cinematografico, il cinématographe, che brevettarono il 13 febbraio 1894. Ed è con il cinematografo dei Fratelli Lumière del 1895 che si può iniziare a parlare di cinema vero e proprio.

In occasione della ricorrenza odierna, ecco cinque libri per conoscere meglio i Lumière, la storia della settima arte da allora a oggi, o semplicemente quello che i fratelli francesi per fortuna non hanno conosciuto. E c'è qualcosa anche per i più piccoli.

- L'avventura del cinematografo (editore Marsilio). Sottotitolo: Storia di un'arte e di un linguaggio. Sandro Bernardi, professore di Storia e critica del cinema all'Università di Firenze, racconta cos'è stato e cos'è oggi il cinema: l'avventura di un linguaggio che usa tutto il potere di seduzione e illusione delle ombre. Dalle prime attrazioni di fiera, alle grandi architetture narrative del cinema classico, ai labirinti digitali contemporanei.

- Breviario di estetica del cinema (editore  Mimesis). Sottotitolo: Percorso teorico-critico dentro il linguaggio filmico da Lumière al cinema digitale. Il critico cinematografico Angelo Moscariello vuole essere una sorta di manuale per imparare a vedere, con l'aiuto degli opportuni riferimenti teorici vecchi e nuovi, il vero film e non quello che si crede di vedere, senza per questo dover rinunciare al piacere della visione. Insomma, un modo per affinare il proprio palato.

- I grandi registi della storia del cinema (editore Donzelli). Sottotitolo: Dai Lumière a Cronenberg, da Chaplin a Ciprì e Maresco. Il saggista e critico cinematografico Goffredo Fofi ripercorre la storia di quest'arte molteplice e multiforme, raccontandola per brevi voci che congiungono informazione e riflessione, biografia e storia. A partire dalla sua passione tardiva per il cinema francese.

- La piccola cineteca degli orrori (editore BUR Biblioteca Universale Rizzoli). Sottotitolo: Tutti i film che i fratelli Lumière non avrebbero mai voluto vedere. Ecco una vasta e misconosciuta raccolta di pellicole che non resteranno nella storia per la loro bellezza, ma per la goffaggine delle inquadrature, per una battuta stonata, per la totale assurdità della trama e dei personaggi. Film ignorati dalla critica, magari amati per la loro bruttezza. Chissà Auguste Lumière che ne penserebbe.

- I fratelli Lumière (Editoriale Scienza). La nascita del cinema è spiegata ai bambini di 8 anni. In queste pagine Auguste Lumière racconta la sua vita e quella del fratello Louis da quando, ragazzini, correvano a vedere le immagini proiettate dalle lanterne magiche. I disegni e il racconto sono di Luca Novelli. Si rivive la genesi della settima arte, ma anche le vicende di un'epoca e i suoi protagonisti, da Louis Daguerre, inventore del processo fotografico, a Thomas Edison.

© Riproduzione Riservata

Commenti