Jules Janin
Libri

L'asino morto di Jules Janin, per la prima volta in italiano

Edizioni della Sera lancia la nuova collana "I Grandi Inediti", che ospita testi importanti della letteratura straniera mai tradotti nella nostra lingua

Edizioni della Sera inaugura la nuova collana "I Grandi Inediti", che ospita testi importanti della letteratura straniera, per la prima volta tradotti e curati in italiano, opere di autori celebri e di altri meno conosciuti nel nostro Paese ma centrali nelle dinamiche letterarie internazionali. 

La prima uscita, il 10 novembre, è affidata a L'asino morto (210 pagg., titolo originale L'âne mort et la femme guillotinée) di Jules Janin, scrittore e drammaturgo da noi poco noto ma figura di spicco dell'Ottocento culturale francese. Romanzo provocatorio, stampato in Francia nel 1829 (e successivamente in altri Paesi), è considerato una pietra miliare del Romanticismo "frenetico", un libro che raccoglie l'eredità sadiana e anticipa il gusto dei poeti maledetti dei decenni successivi. Lo percorre una vicenda torbida dai contorni macabri, ambientata in una Parigi viziosa. 

742681Il protagonista narra in prima persona la storia di un'attrazione morbosa per una giovane contadina di nome Henriette e per il suo povero asino. Tra sentimenti ambigui e cinico voyeurismo, segue la donna nel corso della sua iniziazione parigina alla mondanità e la osserva mentre cade vittima dei tentacoli della "Ville Lumière" più corrotta. Sfruttando un’ironia corrosiva e un deliberato gusto per la morbosità, Janin sciorina un campionario di elementi grotteschi e scandalosi. Una storia caustica tra noir e horror.

L'asino morto è una delle prime opere di Janin, nato a Saint-Étienne nel 1804 e morto a Pargi nel 1874. La traduzione di questa prima edizione italiana è affidata a Giorgio Leonardi.

Qui anticipiamo incipit e prime righe de L'asimo morto.

Quando la ragazza entrò nella mia stanza abbassai decisamente la pistola che avevo intanto alzato all’altezza della mia tempia, e al suo ultimo passo essa era nuovamente finita al suo solito posto.
«Quale buona notizia mi portate, mia piccola Jenny?», le dissi tranquillamente, «avete nuovamente perso qualche capo del mio guardaroba o bruciato la mia camicia più bella?».
«Una buona notizia, signore, domani mi sposo».
Rimasi come colpito da una folgore.


Jules Janin
L'asino morto
Edizioni della Sera
Collana: Narrativa - I Grandi Inediti
210 pagine
Compra il libro

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti