Libri

5 libri per ricordare P. D. James, la baronessa del giallo

È scomparsa all’età di 94 anni una delle più importanti autrici inglesi di crime fiction. Nata nel 1920, aveva creato il personaggio di Adam Dalgliesh

pd-james

Andrea Bressa

-

Aveva 94 anni Phyllis Dorothy James White, meglio conosciuta come P. D. James. È scomparsa nella sua casa di Oxford, lasciando un vuoto significativo in campo letterario, specialmente in quello del genere giallo.

Nata nel 1920, ha ricevuto il titolo di baronessa di Holland Park dalla regina Elisabetta nel 1991, per i suoi meriti letterari. Grazie a questa nomina ha potuto sedersi alla camera dei Lord. Il suo primo libro, Copritele il volto, arrivò nel 1962, giallo con cui inaugurava la serie delle avventure del detective Adam Dalgliesh: un poliziotto di Scotland Yard che scrive poesie, protagonista di altri quattordici romanzi.

La James ci ha lasciato circa una trentina di opere, ognuna delle quali rappresenta un piccolo capolavoro del genere poliziesco e del thriller. Non a caso è da molti considerata come la vera erede di Agatha Christie. Da vari suoi lavori sono state anche tratte sceneggiature per serie televisive nel mondo anglosassone.

Ecco dunque cinque titoli per riscoprire P. D. James, la baronessa del delitto

Copritele il volto 
Primo romanzo della James, uscito nel 1962. In una nobile casa viene trovato il cadavere di una giovane cameriera. Il corpo si trova in una stanza chiusa a chiave dall’interno. Nel più classico dei gialli, ecco la prima avventura dell’ispettore Adam Dalgliesh.

Un lavoro inadatto a una donna 
L’altra eroina dei romanzi della James si chiama Cordelia Gray, investigatrice privata che debutta con questo libro nel 1972. La protagonista deve indagare sull’apparente suicidio del figlio di un celebre biologo. L’ambiente universitario di Cambridge è l’elegante ambientazione per questo piccolo gioiello del genere.

I figli degli uomini 
Da questo libro è stato tratto l’omonimo film di Alfonso Cuaron. L’avventura è ambientata nell’Inghilterra di un futuro non tanto lontano, il 2021, in cui l’umanità sembra ormai sull’orlo della fine. Regna una dittatura in cui gli anziani sono invitati a suicidarsi e gli immigrati costretti in schiavitù. Un gruppo di ribelli prova a riaggiustare le cose.

A proposito del giallo 
Una grande autrice paragonata ad Agatha Christie e Arthur Conan Doyle è la candidata ideale per spiegare cos’è e come si realizza la narrativa poliziesca. In questo saggio la James analizza tutti gli elementi che compongono un giallo, insegnando al lettore come metterli insieme, arricchendo la spiegazione con tanti aneddoti personali.

Morte a Pemberley
Con questo romanzo la scrittrice inglese ha scomodato Jane Austen e il suo Orgoglio e pregiudizio. A Pemberley vivono serenamente nella storia della James Darcy ed Elizabeth. Ma l’idillio finisce quando viene trovato un cadavere nel bosco della tenuta, gettando una pesante cappa di sospetto tra gli ospiti dell’elegante tenuta.

----------------

- Copritele il volto – (Mondadori)
- Un lavoro inadatto a una donna – (Mondadori)
- I figli degli uomini – (Mondadori)
- A proposito del giallo – (Mondadori)
- Morte a Pemberley – (Mondadori)


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

'Agatha Christie e il fazzoletto cifrato': la prima indagine della regina del crimine

Sì, io sono. Le avventure dei grandi personaggi quando ancora grandi non erano: la nuova collana per ragazzi di Lapis editore

5 gialli per ricordare Leonardo Sciascia

Il 20 novembre 1989 scompariva il grande scrittore e intellettuale siciliano. Lo ricordiamo con una lista dei suoi polizieschi più belli

5 gialli d’autunno

Ecco alcuni titoli crime tra i più freschi di stampa, per passare un autunno all’insegna del brivido e del mistero

Commenti