10 libri d'amore: i grandi classici

Da Romeo e Giulietta ad Anna Karenina, i libri da riscoprire per San Valentino (e non solo)

romanzi-amore-anna-karenina

Keira Knightley e Jude Law nella trasposizione cinematografica di Anna Karenina – Credits: Universal Pictures

Davide Decaroli

-

Per noi che ci occupiamo di vicende 'libresche', la festa di San Valentino offre lo spunto per rispolverare dalla biblioteca dei classici alcune grandissime storie d'amore, in grado di strappare una lacrimuccia anche più duri di cuore. Il lieto fine, spesso, non è contemplato, ma d'altra parte Ennio Flaiano docet: "L'amore comincia quando ci accorgiamo di avere sbagliato ancora una volta".

Romeo e Giulietta – William Shakespeare (Einaudi)
"Oh Romeo, Romeo, perché sei tu Romeo?": la tragedia firmata Shakespeare è probabilmente uno dei drammi sentimentali più popolari di ogni tempo, archetipo dell'amore perfetto ma avversato dalla società.

Cime tempestose – Emily Brontë (Mondadori)
Volendo essere telegrafici si potrebbe dire che quello di Emily Bronte è il racconto di una passione distruttiva capace però di sopravvivere alla morte. Chi teme il rischio polpettone deve ricredersi, perché parliamo di un must assoluto da leggere almeno una volta nella vita.

Jane Eyre – Charlotte Brontë (Mondadori)
Il capolavoro di Charlotte Brontë narra in prima persona la passione della sfortunata Jane nei confronti di un uomo sposato (con una donna pazza). Per la serie: il dolore aiuta a maturare.

I promessi sposi – Alessandro Manzoni (Vallardi A.)
Il primo romanzo moderno della letteratura italiana racconta i travagli di Renzo e Lucia, due giovani che solo grazie alla provvidenza divina riusciranno a celebrare la propria unione. Il loro è un sentimento casto, puro e sincero, l’ideale dell’amore cristiano.

Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen (Rizzoli)
Lui e lei si conoscono e si piacciono, ma il loro caratteraccio e la diversa estrazione sociale li tengono a debita distanza. Vista in questo modo, sembra una love story di serie B, invece si tratta di una pietra miliare della letteratura. Imperdibile.

I dolori del giovane Werther – Johann Wolfgang Goethe (Dalai Editore)
L'opera simbolo del movimento Sturm und Drang. In questo romanzo epistolare l'amore appare come una forza indomabile, capace di invadere la mente e cancellare ogni aspetto ragionevole della vita. Werther ama Charlotte, ma questa è già promessa sposa di Albert. L'epilogo è noto.

Anna Karenina – Lev Tolstoj (Mondadori)
Fedeltà, gelosia, adulterio, ipocrisia. Ma anche incapacità di perseguire la felicità e di comprendere i propri sentimenti. Insomma, nel capolavoro di Tolstoj l'amore è davvero una brutta bestia con cui avere a che fare.

Madame Bovary – Gustave Flaubert (Mondadori)
Emma Bovary si dà all'adulterio per sfuggire alla monotonia della quotidianità e alla noia di un marito ordinario. La sua concezione romantica della vita si rivelerà però un tragico errore. Il libro, datato 1856, costò a Flaubert un processo per oltraggio alla morale pubblica.

L'amante di Lady Chatterley – David Herbert Lawrence (Giunti Editore)
Lady Chatterley è una donna anticonformista e romantica che tradisce il marito infermo con un sensuale guardiacaccia. Le fan di Cinquanta sfumature apprezzeranno: qui il tema amoroso viene affrontato con scarsa dolcezza e molto erotismo, sebbene manchi la componente soft bondage (ma c'è molto altro).

Addio alle armi – Ernest Hemingway (Mondadori)
La storia, quasi autobiografica, ruota intorno al soldato americano Frederic Henry, che durante la Prima Guerra Mondiale si innamora dell'infermiera inglese Cathrine Barkley. Lo stile essenziale conferisce a questo romanzo di amore e guerra una potenza cupa e disperata, che non può lasciare indifferenti.

----------------

Romeo e Giulietta – William Shakespeare (Einaudi)
Cime tempestose – Emily Brontë (Mondadori)
Jane Eyre – Charlotte Brontë (Mondadori)
I promessi sposi – Alessandro Manzoni (Vallardi A.)
Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen (Rizzoli)
I dolori del giovane Werther – Johann Wolfgang Goethe (Dalai Editore)
Anna Karenina – Lev Tolstoj (Mondadori)
Madame Bovary – Gustave Flaubert (Mondadori)
L'amante di Lady Chatterley – David Herbert Lawrence (Giunti Editore)
Addio alle armi – Ernest Hemingway (Mondadori)

© Riproduzione Riservata

Commenti