LexFest, la giustizia protagonista a Cividale

Nella cittadina del Friuli, il 10-11-12 marzo, la kermesse nazionale dedicata alla giustizia e agli operatori del diritto e dell’informazione

carlo-nordioLexFest

Carlo Nordio all'edizione di LexFest, Cividale del Friuli, del 2016 – Credits: Lexfest

Andrea Camaiora

-

Giornalismo e giustizia, nuovo codice della strada, lotta al terrorismo, adolescenti e l’uso consapevole del web, usi e abusi delle intercettazioni, l’evoluzione di un termine pesante come «mafia», il sistema giudiziario italiano visto sia dall’ottica statunitense che imprenditoriale, la spettacolarizzazione del processo, la questione emergente delle Litigation PR, una riflessione giuridica sul delicato tema del fine vita e sul binomio governabilità-rappresentatività.

Anche quest’anno LexFest – kermesse nata da un’idea di Andrea Camaiora e organizzata dal comune di Cividale e dal team di comunicazione strategica SPIN - trasforma per tre giorni, 10-11-12 marzo 2017, Cividale nella capitale della giustizia, affrontando con un taglio divulgativo numerose tematiche di attualità e con grandi protagonisti: dal sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri al direttore de L’Espresso Tommaso Cerno, dall’anchorman del Tg1 Francesco Giorgino al sostituto procuratore a Roma Antonello Racanelli, da Jean Todt (già team manager della Ferrari) al componente del cda Rai, Paolo Messa, ai giornalisti Gianni Barbacetto (Fatto Quotidiano), Alberto Matano (Rai), Andrea Biavardi (direttore di Giallo) e Giovanni Negri (Sole 24 Ore), il rettore dell’università Niccolò Cusano, Fabio Fortuna.

E ancora: i componenti del Csm Antonio Leone ed Elisabetta Alberti Casellati, l’ambasciatore Philip Reeker (console Usa a Milano), il direttore del Messaggero Veneto Omar Monestier. E poi rappresentanti del settore economico come Giorgio Spaziani Testa (Confedilizia), Cosimo Pacciolla (Q8), Marco Mazzero (Ies Biogas) e Lorenzo Maria Di Vecchio (Fendi), avvocati come Elisabetta Busuito, Francesco Bruno, Matteo Benozzo, Beniamino Migliucci, Fabio Roscioli, Francesco Petrelli, Giorgio Varano.

La manifestazione ospiterà anche la consegna dei primi premi LexFest: per il diritto, consegnato a Carlo Nordio, e per l’informazione, consegnato a Massimo Bordin. Interessanti l’intervento dell’avvocato Andrea Catizone su «adolescenti e uso consapevole del web» e il dibattito di domenica mattina su «Giustizia, tecnologia, privacy e regole», con Gianluca Baini (Global Service Provider Leader of Cisco), Luca Bolognini (Istituto Italiano per la Privacy e la Valorizzazione dei Dati) e Pieralberto Felettig (ad Omniadoc Spa), coordinati dall’avvocato Alberto Gava (Utopia Legal).

Il programma di LexFest, attraverso numerosi contributi, intende anche affrontare il delicato binomio giustizia e business, cercando di capire come renderli effettivamente coniugabili in un Paese, il nostro, in cui è sempre più difficile intraprendere. Un’Italia stretta tra lungaggini giudiziarie e complessità burocratiche e nella quale l’ambiente viene spesso brandito come pretesto per soffocare gli investimenti, con gli stranieri che abbandonano il Belpaese.

© Riproduzione Riservata

Commenti