Si potrebbe descrivere il grattacielo più famoso del mondo usando soltanto cifre. 

L'Empire State Building, catalizzatore di record, le ha racchiuse tutte nell'isolato compreso tra la Fifth Avenue, la 33a e la 34a strada nel cuore di Manhattan

433,2 metri di altezza dal terreno alla cima del parafulmine; 2,7 milioni di metri quadri di spazio commerciale; 1,860 gradini fino all'ultimo piano; un peso di oltre 365 mila tonnellate ed un volume di oltre 1 milione di metri cubi, ricoperti da 5,600 metri cubi di granito. Per costruirlo ci vollero 7 milioni di ore di mano d'opera, divise tra 3.400 lavoratori (tra cui molti immigrati europei) che per più di un anno si arrampicarono per costruire il grattacielo dalle 6,500 finestre, servito da 73 ascensori. Oltre 40 milioni di dollari fu il costo finale dell'opera inaugurata ufficialmente il 1 maggio 1931, quando il presidente Hoover accese le luci direttamente dalla casa bianca tramite un comando a distanza. 

Quando fu ultimato il 30 aprile, l'Empire State Building era il grattacielo più alto del mondo. Progettato dagli architetti Shreve, Lamb & Harmon in stile Art Deco, fu terminato in poco più di un anno ed in anticipo di un mese sulla data prevista. Nato nel culmine della "Grande Depressione", vinse la competizione con altri due grattacieli contemporanei, il Chrysler Building e il 40 Wall Street Building (oggi Trump Building). Fu proprio la crisi ed il fatto che l'Empire si trovasse in un punto di Manhattan allora poco servito dai trasporti pubblici a far si che le vendite dei prestigiosi spazi destinati agli uffici non decollassero.

Nei primi anni di apertura, gli introiti delle visite all'osservatorio dell'86°piano furono pari ai guadagni immobiliari, tanto che i newyorchesi cominciarono a chiamarlo "Empty State Building". Nel 1932 fu dotato di un faro rotante sulla sommità, che fu acceso in onore dell'elezione di Franklin Delano Roosvelt che per ironia della sorte vinse proprio contro Hoover che per primo lo aveva illuminato.

Nell'era dei dirigibili, fu progettata sulla sommità del grattacielo una stazione di approdo, mai aperta per i problemi derivanti dalle forti turbolenze in quota. Nel 1933 King Kong si aggrappò al suo pennone nel celeberrimo film di Merrian Cooper e da allora il grattacielo sarà visto in molti film di successo mondiale, tra cui Spider Man e Independence Day.

Nel maggio 1945 L'Empire è testimone della parata della vittoria, e pochi giorni dopo del più grave incidente occorso ad un grattacielo prima dell'11 settembre 2001. La mattina del 28 luglio 1945 un bombardiere B-25 dell'Usaf in volo verso Newark impattò contro la facciata nord tra il 79° e l'80° piano a causa di un errore di manovra del pilota dovuto alla fittissima nebbia.

I morti furono 14, ed anche in questo frangente l'Empire segnò un record assoluto. L' operatrice Betty Lou Oliver piombò per oltre 75 piani dentro ad un ascensore i cui cavi erano stati danneggiati dall'impatto con l'aereo militare, sopravvivendo miracolosamente. I lavori di restauro in seguito all'incidente costarono oltre 1 milione di dollari di allora. 

L'Empire State Building manterrà il primato di grattacielo più alto del mondo per 40 anni, fino a quando sarà sorpassato dalle Twin Towers tra il 1970 e il 1973 per poi riprenderlo temporaneamente in seguito agli attentati del 2001. Dal 2011 sono in corso lavori di rinnovamento totale dell'edificio, per un investimento di 550 milioni di dollari. Oltre al rinnovamento delle strutture esistenti, sono stati installati ascensori ultra rapidi che portano i visitatori all'osservatorio in poco più di un minuto. Il nuovo impianto di illuminazione a led è in grado di offrire effetti spettacolari con la combinazione di oltre 16 milioni di colori. 

Dopo aver cambiato oltre una dozzina di proprietari, oggi l'Empire è quotato al NYSE una Ipo da oltre 900 milioni di dollari lanciata nel 2013.

© Riproduzione Riservata

Commenti