'Il gigante sfregiato', Enrico Vanzina si dà al giallo
'Il gigante sfregiato', Enrico Vanzina si dà al giallo
Cultura

'Il gigante sfregiato', Enrico Vanzina si dà al giallo

Al suo primo romanzo, lo sceneggiatore sceglie lo stile hard boiled per raccontare di un detective inaffidabile ma furbissimo e di una Roma degradata

Il suo nome evoca sequenze di scherzi caciaroni, donnine e tipici maschi italiani volgarotti alle prese con l'arte della sopravvivenza ai loro difetti, ma Enrico Vanzina è uno che ama la letteratura classica, scrive molto e non si limita solo alla commedia, appunto,"vanziniana". Insieme al fratello Carlo, il regista del duo, ha prodotto oltre 100 film e li ha sceneggiati tutti, ma ha anche scritto duemila articoli, una commedia teatrale, diversi libri tra cronaca, saggio e mémoire.

Il gigante sfregiato (Newton Compton), il suo primo romanzo, si piazza mille miglia lontano dalla sua produzione di commediografo. È una detective story con al centro un investigatore privato, Max Mariani, che vive di espedienti dopo un passato da avvocato della Roma bene con Porsche e villa faraonica. Max beve, fa sesso a pagamento, è imprevedibile, ma se deve seguire una pista non la molla e ha un intuito superiore.

Il gigante sfregato del titolo è un ex rugbista minacciato di morte da una donna, il quale si rivolge a Max per salvarsi; ma poi le cose si complicano a causa della tendenza del segugio a cacciarsi nei guai. Non stiamo a raccontare di più, ma basti sapere che nella trama si aggrovigliano personaggi dei bassifondi come manager d'alto bordo, fra pestaggi e rese dei conti che scorrono in un mondo fatto di estremi, la Roma arrogante e cinica dei quartieri lussuosi e quella della periferia degradata (poteva essere altrimenti?).

Se la mescolanza sociale alto-basso è una caratteristica ricorrente delle commedie vanziniane, la scrittura di Enrico tende sorprendentemente all'hard boiled, un genere che, come ha detto lui stesso, è da sempre il suo preferito. Un esempio: “Vivevo dannatamente solo, in una casa lercia e solitaria come un calzino spaiato”. Non manca l'ironia, in una narrazione che tutto sommato ha un buon ritmo e scorre via in modo leggero, divertente e senza eccessive pretese.

---------------------------

- Il gigante sfregiato - Enrico Vanzina (Newton & Compton)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti