Wikimedia Commons
Cultura

I saggi più belli del 2016

I dieci saggi più interessanti usciti nell'ultimo anno, per capire il presente e scoprire nuovi mondi

Edgar Morin, Sette lezioni sul pensiero globale, Raffaello Cortina

Cosa è l’umano? Secondo Edgar Morin è composto da diversi elementi, tutti unici e fondamentali, che si incontrano e dialogano per formare un sistema complesso. L’umano è individuo e individuale, ma anche società e al contempo biologia. L’umanesimo planetario di Morin mira a unire questi aspetti in un ragionamento sulle persone e le loro molteplici culture, per comprendere la complessità della vita e la multidimensionalità dell’individuo, e per riconoscere i problemi della condizione umana nell'ottica di trovare un nuovo e più fecondo modo di stare al mondo.

Edgar Morin
Sette lezioni sul pensiero globale
Raffaello Cortina, 2016
126 pp., 11 euro

Federico Di Vita e Ilaria Giannini, I treni non esplodono, Piano B

La strage di Viareggio è una ferita ancora aperta, per chi l’ha vissuta e per l’Italia intera. I giovani autori Federico Di Vita e Ilaria Giannini hanno raccolto in un volume le testimonianze della notte terribile del 29 giugno 2009, in cui un treno merci carico di Gpl deraglia provocando la morte, sul momento o per le ustioni, di ventidue persone. Le testimonianze di pompieri, vittime o semplici passanti e le deposizioni del tribunale si avvicendano per ricostruire una vicenda drammatica, un disastro che non sarebbe dovuto accadere: i treni non esplodono.

Federico Di Vita, Ilaria Giannini
I treni non esplodono. Storie dalla strage di Viareggio
Piano B, 2016
160 pp., 15 euro

Stefano Bartezzaghi, La ludoteca di Babele, Utet

Viviamo in una società fluida in cui realtà e gioco, serio e faceto, si confondono e mischiano, ora in modo innocuo nella nostra quotidianità in cui passiamo con disinvoltura da una mail di lavoro a una chat su Facebook, ora nelle possibilità a volte inquietanti offerte dalla realtà virtuale. Capire l’istinto al gioco significa oggi capire le leggi del marketing e della politica ma anche immergersi in un movimento culturale che mescola per sua natura dalla notte dei tempi il sacro e il profano. Creatività e antropologia convivono nel coinvolgente saggio di Stefano Bartezzaghi sull’evoluzione del gioco.

Stefano Bartezzaghi
La ludoteca di BabeleUtet, 2016
210 pp., 14 euro

Paul Williams, The General, Milieu

Martin Cahill fu rapinatore e assassino, spina nel fianco della polizia irlandese e temibile nemico sia per gli investigatori che gli stavano alle calcagna (senza riuscire mai a prenderlo) che per i suoi nemici del mondo della criminalità. In The General, biografia che si legge come un romanzo d’avventura pubblicata di Milieu edizioni, il giornalista di cronaca nera Paul Williams racconta la vita spericolata e senza regole della leggenda del crimine irlandese.

Paul Williams
The General
Milieu, 2016
286 pp., 15,90 euro

Davide Mazzocco, Propaganda pop, effequ

Viviamo immersi nella propaganda, è questa la tesi di fondo di Propaganda pop, saggio di Davide Mazzocco che si inoltra nei meandri della comunicazione politica e pubblicitaria che domina la nostra quotiditanità. Mercato e spettacolo si uniscono per ghermire l’attenzione del pubblico, veicolando concetti totalizzanti come “nuovo” contrapposto a “vecchio” e “libertà”, termine ormai privato del suo significato originario e usato come un brand buono per ogni comunicazione. Partiti politici, social media e big companies sono chiamati in causa in questo lucido saggio sulla contemporaneità pubblicato da effequ.

Davide Mazzocco
Propaganda pop
effequ, 2016
142 pp., 13 euro

Jean-Didier Vincent, Qualche breve lezione sul cervello, Ponte alle Grazie

Spiegare il cervello, l’organo più complesso del corpo umano, non è un’impresa semplice, ma Jean-Didier Vincent ci riesce con un saggio molto chiaro in forma di dialogo. Il testo si concentra inizialmente sugli impulsi nervosi per poi toccare tutti gli argomenti di maggior interesse: il funzionamento del meccanismo del sonno e della veglia e dei sensi, gusto e odorato in particolare. Ma la parte più interessante è sicuramente l’ultima, in cui Didier ci parla di pensiero razionale, memoria e linguaggio.

Jean-Didier Vincent
Qualche breve lezione sul cervello
Ponte alle Grazie, 2016
136 pp., 12 euro

Lia Celi, Andrea Santangelo, Casanova per giovani italiani, Utet

Per quale motivo Casanova dovrebbe interessare a un ragazzino italiano che nel 2016 si destreggia tra compiti in classe e primi amori e, forse, sogna di andare a studiare all’estero? Perché Casanova, moderno tra i moderni, vive in un epoca per certi versi simile alla nostra: in un’Italia con una profonda frattura sociale tra nord e sud e costretto a emigrare e fare mille lavori diversi per sopravvivere. Mente geniale, pr di se stesso, Casanova non è solo un impenitente sciupafemmine, ma un personaggio interessante e rivoluzionario in cui le nuove generazioni possono rispecchiarsi. La biografia scritta da Lia Celi e Andrea Santangelo poi, è brillante e divertentissima, nonché storicamente molto accurata.

Lia Celi, Andrea Santangelo
Casanova per giovani italiani
Utet, 2016
240 pp., 14 euro

Richard Holloway, Breve storia delle religioni, Ponte alle Grazie

L’uomo non può fare a meno di pensare, nel senso più astratto del termine, e di porsi domande sulla vita e sul vasto universo in cui si è trovato ad abitare. Ma come siamo arrivati a elaborare il concetto di Dio e di un mondo soprannaturale ed oltremondano? Forse in relazione alla morte e alla cessazione di quell’atto automatico che continuiamo incessantemente a compiere fin dal primo momento di vita: la respirazione. Il complesso saggio di Richard Holloway indaga la nascita e l’evoluzione delle forme di religiosità del mondo, dei loro simboli e dei loro rapporti con le usanze culturali e sociali dei popoli.

Richard Holloway
Breve storia delle religioni
Ponte alle Grazie, 2016298 pp., 22 euro

Raffaele Fiengo, Il cuore del potere, Chiarelettere

La storia del Corriere della Sera è la storia dell’Italia: profondamente legato ai rivolgimenti politici ed economici del paese, la linea editoriale del quotidiano ha in più occasioni influenzato in modo determinante l’opinione pubblica. Un’immagine o un’inchiesta possono indurre i governi all’azione, come nel caso della foto del piccolo Aylan, morto sulla spiaggia di Bodrum, o degli articoli seguiti all’uccisione di Giulio Regeni in Egitto. Raffaele Fiengo ripercorre la sua carriera al Corriere della Sera, da cui ha osservato svolgersi tutti i principali fatti di cronaca politica del nostro paese. Da Piazza Fontana ai giorni nostri un saggio che ci riporta nelle stanze di Via Solferino per scoprire errori, responsabilità e battaglie del primo quotidiano d’Italia.

Raffaele Fiengo
Il cuore del potere
Chiarelettere, 2016
412 pp., 19 euro

Daniele Rielli, Storie dal mondo nuovo, Adelphi

Il giornalista Daniele Rielli è conosciuto in rete con lo pseudonimo che ha usato per anni: Quit the doner. Con Storie dal mondo nuovo, Adelphi pubblica una serie di reportage, dissacranti e divertenti – ma soprattutto scritti benissimo –, da questo nostro surreale tempo presente. Cominciamo con l’attesa dell’elezione del Presidente della Repubblica, tra direttori di testata e giornalisti che cercano di carpire qualsiasi cosa somigli vagamente a una notizia e politici che si siedono incuranti sulle giacche altrui. Le cronache continuano dal Mugello a un matrimonio indiano, per farci ridere certo, ma anche riflettere sull’assurdità della società in cui viviamo.

Daniele Rielli
Storie dal mondo nuovo
Adelphi, 2016
316 pp., 19 euro

Ti potrebbe piacere anche

I più letti