shintarokago_00
Fumetti

"Uno scontro accidentale...", premio racconto breve a Lucca Comics

I fumetti horror, assurdi, esilaranti di Shintaro Kago

Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio? Per dare una risposta “scientifica” alla domanda, un ricercatore assolda due studenti e li fa correre per strada mettendoli in rotta di collisione, per vedere se le loro labbra si incontreranno. Ripetutamente.

“Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio?” di Shintaro Kago, edito da 001 Edizioni – Hikari, è una raccolta di racconti brevi e brevissimi (anche una pagina sola), premiata a Lucca Comics 2014 con il Gran Guinigi per il migliore “racconto breve”.

Le storie, umoristiche o satiriche, sono caratterizzate da un immaginario inquietante e spesso volutamente disgustoso, uno sviluppato senso dell'assurdo e un uso raffinato e molto creativo del mezzo fumettistico.
Spesso lo spunto è una domanda un po' sconclusionata o una riflessione sulla società contemporanea, come il valore dato al parere di un medico o a un impegno preso in cambio di denaro, che vengono poi sviluppati fino alle estreme conseguenze con una logica tanto ferrea quanto paradossale.
Il disegno, realistico, dettagliato e piuttosto neutro, rinforza l'alienazione calcando la verosomiglianza delle situazioni a livello visivo.

A volte si ride apertamente, a volte si fa fatica a guardare, a volte la risata muore in gola. Il senso di straniamento e di profonda inquietudine provocato dai racconti di Shintaro Kago li rende memorabili.

“Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio?” è un volume brossurato di 168 pagine in bianco e nero con inserto a colori, impaginato rispettando il senso di lettura giapponese da destra a sinistra. È pubblicato da 001 Edizioni – Hikari che lo propone a 18 Euro.

Nota: tutte le immagini sono copyright di Shintaro Kago e 001 Edizioni – Hikari.

Si ringrazia Nicola D'Agostino per la collaborazione nella realizzazione dell'articolo.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti