'Tale of Sand': Jim Henson oltre i Muppet: surrealismo a fumetti

La sceneggiatura per un film visionario prende vita come fumetto

Dattaglio di una pagina di 'Tale of Sand' – Credits: Ramòn K. Perez, Jim Henson e Panini 9L

Nicola D'Agostino

-

Jim Henson è conosciuto in tutto il mondo per i Muppet, un gruppo di pupazzi animati protagonisti di divertenti show televisivi (e non solo). Kermit, Rowlf, Miss Piggy, Animal… più di una generazione di spettatori riconoscerà questi nomi e le memorabili fattezze dei personaggi. 
Quello che magari è un po' meno noto al grande pubblico è che la dirompente creatività di Henson non si limitava ai burattini e all'intrattenimento per l'infanzia. Il cinema sperimentale era uno dei suoi interessi, ma la sua visione trovò sfogo solo in un paio di cortometraggi realizzati negli anni Sessanta, mentre "Tale of Sand", un ambizioso lungometraggio, rimase solo sulla carta. Dopo alcune revisioni e sforzi per cercare un produttore nel corso degli anni Settanta, il progetto fu definitivamente messo da parte.

O almeno fino a quando, qualche tempo fa, la sceneggiatura è riemersa dagli archivi dell'autore e la famiglia Henson si è messa in moto per dare nuova vita al progetto. La scelta è caduta sul disegnatore Ramòn K. Perez, che ne ha tratto un fumetto, ora giunto in Italia edito da Panini 9L.

taleofsand_03_emb8.jpg

"Tale of Sand" , ovvero "Una storia di sabbia", è ambientato nel deserto americano e narra del viaggio solitario assegnato al protagonista, uomo prestante ma un po' qualunque, che nel giro di poco tempo si ritrova a fuggire da un uomo e una donna che lo perseguitano, ma anche da uno squalo, da una squadra di rugby o da un gruppo di beduini.

La storia è il pretesto per una sequenza di gag divertenti e strabilianti, incontri surreali e inseguimenti mozzafiato incastrati magistralmente gli uni negli altri, citazioni dal cinema e dall'immaginario del grande sogno americano. Il sapore è onirico, l'ansia e la compulsione ad andare avanti sono degni di un incubo da febbre alta.

taleofsand_01_emb8.jpg

Il passaggio al linguaggio fumettistico è gestito bene, utilizzando le peculiarità di quest'ultimo senza nascondere la derivazione da quello cinematografico. Ne consegue una costruzione della tavola sempre molto dinamica, con sequenze scorrevoli e situazioni anche complesse raccontate visivamente in maniera convincente. "Tale of Sand" è sicuramente un fumetto che "mostra", servendosi poco del testo: le didascalie infatti sono assenti e i dialoghi scarsi.
Aiutato da una manciata di validi collaboratori, Ramòn Perez ha giocato anche su diversi stili di inchiostrazione e sull'uso espressivo del colore.

taleofsand_02_emb8.jpg

"Tale of Sand" è un bel volume di grande formato con copertina rigida, bordi stondati ed elastico di chiusura. Consta di 152 pagine a colori ed è edito in Italia da Panini 9L  che lo propone a 24,90 euro.

Nota: si ringrazia Serena Di Virgilio per la collaborazione nella stesura dell'articolo.
Tutte le immagini sono copyright di Ramòn K. Perez, Jim Henson e Panini 9L.

© Riproduzione Riservata

Commenti