Orfani, a ottobre la nuova mini serie a fumetti della Bonelli

Creata dal curatore di Dylan Dog Roberto Recchioni e dal disegnatore Emiliano Mammucari, a colori, è ambientata in uno scenario post-apocalittico. Dei bambini orfani di guerra sono i soldati di domani

Particolare del poster del personaggio "Il Pistolero" di Orfani (Sergio Bonelli Editore)

Simona Santoni

-

Il mondo del fumetto sta per salutare una novità. Ad ottobre sarà in edicola Orfani, la prima mini serie a fumetti a colori della Sergio Bonelli Editore.

Creata dal curatore di Dylan Dog, Roberto Recchioni,  e dal disegnatore Emiliano Mammucari, porterà i lettori in uno scenario post-apocalittico, affrontando i temi della guerra e della crescita personale. Orfani racconta le vicende di un gruppo di bambini, orfani di guerra, addestrati per diventare soldati del futuro e ci mostra come questi soldati affronteranno un mondo nuovo e un nemico sconosciuto. Muovendosi su un doppio binario narrativo, illustra sia il passato dei soldati bambini che il loro presente di guerrieri, in un alternarsi di momenti di approfondimento e scene d'azione e conflitti.

Orfani vuole puntare su un alto tasso di spettacolarità e su un ricercato trattamento del colore. Oltre ai disegni di Mammucari ci sarà il tratto di Alessandro Bignamini, Gigi Cavenago, Massimo Dall'Oglio, Luca Maresca, Werther Dell'Edera, Giorgio Santucci, Davide Gianfelice e Matteo Cremona. Ai colori Lorenzo De Felici, Annalisa Leoni, Luca Bertelè, Arianna Florean, Giovanna Niro, Alessia Pastorello e Stefano Simeone.

orfani-la-mocciosa_emb4.jpg
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

'Asso, il braccio forte del fumetto', ovvero Roberto Recchioni

Lo sceneggiatore di punta della Sergio Bonelli Editore dà briglie sciolte al suo alter ego. Narcisista, dissacrante e autoironico

Commenti