Fumetti

'RoboCop Versus Terminator': un colossal a fumetti

Azione dura e pura da due maestri, Frank Miller e Walt Simonson

'RoboCop Versus Terminator' di Miller e Simonson

Nicola D'Agostino

-

Quando la resistenza umana nel futuro scopre che la tecnologia di RoboCop porterà alla creazione del supersistema informatico Skynet, il poliziotto metà uomo e metà macchina dovrà fronteggiare Terminator e combattenti, entrambi determinati a distruggerlo.

Scritta da Frank Miller e disegnata da Walter Simonson, “RoboCop Versus Terminator” è un'adrenalinica storia uscita originariamente negli Stati Uniti 1992 ed ora edita anche in Italia da Magic Press.

836220

Il fumetto, che ha ispirato anche un videogame omonimo, fonde il 2029 di RoboCop e il 2029 di Terminator in un riuscito crossover tra due franchise multimilionari. Quella che in teoria poteva essere solo una bieca operazione commerciale è però anche un eccellente fumetto d'azione in cui due celebri futuri distopici sono fusi con maestria in un'unica galvanizzante vicenda.

Il merito è di Miller e Simonson, entrambi ottimi professionisti del fumetto statunitense all'epoca al loro apice, che hanno imbastito un racconto basato su andirivieni di futuri e presenti alternativi che si riscrivono a vicenda, in un mortale gioco di ipotesi e scenari sempre più disperati, sino alla sorprendente ed utopica conclusione.

836224

Lo stile narrativo di Miller è quello per cui, nel bene e nel male, è divenuto famoso: dialoghi ridotti al minimo, un ampio uso delle didascalie per commenti e monologhi interiori e uno stile asciutto e prosaico che si coniuga molto bene con l'umore cupo di entrambi i film. I personaggi sono tutti dei duri, tagliati con l'accetta, e la caratterizzazione è perlopiù indiretta, delegata alle scelte intraprese e alle azioni conseguenti: non c'è spazio per l'introspezione tra una deflagrazione e l'altra…

Il tratto geometrico e cinetico di Walter Simonson, esaltato dalle onomatopee di John Workman e dai nuovi colori sgargianti di Steve Oliff, si sposa egregiamente con una trama densa di scontri ed esplosioni e con la natura artificiale di buona parte dei protagonisti. Simonson inanella spettacolari splash page e sfrutta l'elemento di riscrittura della linea temporale riproponendo sequenze che instillano al contempo un senso di deja-vu e di spaesamento nel lettore.

836225

“Robocop Versus Terminator” di Miller e Simonson è un volume brossurato di 144 pagine a colori. È pubblicato da Magic Press che lo propone a 15 Euro.

Si ringrazia Serena Di Virgilio per la collaborazione nella realizzazione dell'articolo.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti