Fumetti

'Remi Tot in STUNT': il futuro è matematico

Il catastrofico turbine di segni di Martoz, tra astrazione, avventura e poliziesco

'Remi Tot in STUNT' di Martoz

Serena Di Virgilio

-

Remi Tot è un matematico geniale. Ai suoi occhi ogni oggetto ed evento può essere ricondotto ad un modello astratto. Ogni giorno va in ufficio e svolge calcoli geometrico-deterministici. Quando torna a casa si rimette a calcolare, predicendo catastrofi e il modo in cui qualcuno coinvolto possa salvarsi.

Quando viene il momento, Remi Tot prende il posto di questa persona ed effettua uno stunt, infilandosi in quella finestra di probabilità che porta alla salvezza. Il suo obiettivo è emergere vivo da un evento così distruttivo da fare un miliardo di dollari di danni. Intanto, due poliziotti si mettono sulle sue tracce, decisi ad incolparlo dei disastri.

“Remi Tot in STUNT” è un affascinante romanzo a fumetti dell'italiano Martoz, pubblicato da MalEdizioni. Il libro è caratterizzato da un intenso stile visuale basato su forme distorte ma ben riconoscibili, ricchezza di particolari e un'alta densità di tratti a matita duri, brevi e segmentati, che compongono le linee e animano perfino i neri più profondi.

838754

Dopo un primo momento necessario a decifrare l'originale linguaggio dell'autore, la lettura risulta sorprendentemente scorrevole. Le scene d'azione sono ben scandite, le pause tra un'impresa e l'altra sono cariche di tensione. Le visioni astratte del protagonista popolano la sua realtà, mostrandocela attraverso i suoi occhi e ponendosi a confronto con i più convenzionali battibecchi dei poliziotti.

Buona parte dell'immaginario da cui emergono personaggi e situazioni è ancorato saldamente alla cultura pop degli ultimi quarant'anni, dal gruppo glam alle ragazze in bikini, fino ai poliziotti che con il loro ufficio e i loro atteggiamenti sembrano usciti da un telefilm. Il protagonista potrebbe avere le fattezze dell'attore Tim Roth, il cocchiere ricorda James Dean (e questo rende ancora più divertente vederlo addormentato e legato come un salame); i personaggi sono tutti piuttosto cool e hanno volti significativi e familiari.

838739

D'altro canto, Martoz riempie il libro anche di altri riferimenti culturali. Formule chimiche, diagrammi geometrici e sopratutto le formule matematiche costantemente calcolate da Tot spuntano ovunque, fino anche a riempire pagine intere diventando motivi grafici ipnotici. Altrettanto presenti sono le citazioni dal mondo dell'arte. In particolare, le visioni matematiche del protagonista sono strutture di matrice astrattista e surrealista che invadono il reale e ricordano tra gli altri Mirò e Klee.

838737

“Remi Tot in STUNT” è anche un libro molto divertente, con un forte senso dell'assurdo che muove ogni ingranaggio e si infila nella narrazione. I capitoli sono aperti da una domanda di buon senso (“Perché mai un motociclista dovrebbe precipitare dalla troposfera?”) che poi viene prontamente ignorata, come a sottolineare l'inutilità di un simile approccio.

Ovviamente le catastrofi predette da Tot sono adeguatamente folli e spettacolari, come un missile che distrugge un acquario o un'eruzione vulcanica che invade di lava (verde!) una pista da sci. L'impatto complessivo è notevole e il lettore viene trascinato da pagine dense e movimentate fino alla fine di tutto il corposo volume.

838744

“Remi Tot in STUNT” di Martoz è un volume brossurato con alette di 320 pagine a colori. È pubblicato da MalEdizioni che lo propone a 22 Euro.

Si ringrazia Nicola D'Agostino per la collaborazione nella realizzazione dell'articolo.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti