baronciani-colapesce_la-distanza-00
Fumetti

Cronaca a fumetti di un'estate siciliana

È "La distanza" di Colapesce e Alessandro Baronciani, un “road movie” che conduce i tre protagonisti (e il lettore) da un capo all'altro dell'isola

Il siciliano Nicola, disoccupato e insoddisfatto della propria vita, sta per partire alla volta di Londra per raggiungere Carla, con cui ha un rapporto pluriennale, incrinato dalla distanza che li separa. In un negozio di dischi, casualmente, conosce Francesca, appena arrivata in Sicilia e che con l'amica francese Charlotte vuole visitare l'isola. È l'incipit di “La distanza”, nuovo libro a fumetti di Alessandro Baronciani e del cantautore siciliano Colapesce, edito da Bao Publishing.

Il fumetto è un “road movie” che conduce i tre protagonisti (e il lettore) da un capo all'altro dell'isola. Si parte da Pantalica passando poi per Noto, Marzamemi, Siracusa, Catania, Enna, si fa tappa a Castelbuono per il festival musicale di culto Ypsigrock e la vicenda si conclude all'aeroporto di Palermo-Punta Raisi.

 

“La distanza” è un viaggio tra la natura, i luoghi, il cibo e la storia siciliana, alla fine del quale la guida esperta (e brontolona), si ritrova “persa” e spaesata dagli avvenimenti e dai sentimenti contrastanti che prova. Attraverso la figura di Nicola si fa infatti un ritratto credibile di un membro di una generazione che ha poco lavoro ma tante passioni (la musica in primis) e che attende ancora che succeda “qualcosa”.

Il disegno di Baronciani compie un'ulteriore evoluzione stilistica ed espressiva rispetto a “Le ragazze nello studio di Munari”. L'utilizzo del colore, usato per la prima volta in un'opera lunga, è già maturo, forte dell'esperienza fatta in storie brevi e sui lavori di Davide Toffolo. La scelta delle palette cromatiche è sapiente, con colori saturi e luminosi che comunicano molto bene la luce di una bella giornata estiva italiana.

Tanta attenzione è riservata ai personaggi quanto agli ambienti: l'architettura e la natura sono amorevolmente delineati, e in particolare sono riconoscibili le varie specie di piante e alberi. Pini, fichi, palme, magnolie, cactus e ailanto danno carattere ai luoghi e con le loro fronde rigogliose incorniciano, nascondono e rivelano le scene.

671302

“La distanza” è un volume brossurato con sovracoperta a colori di 160 pagine. È edito da Bao Publishing, che lo propone a 16 Euro. Sul sito dell'editore è disponibile anche una versione “variant” di sole 500 copie con una sovraccoperta diversa, che non sarà mai ristampata, realizzata e numerata da Baronciani.

Si ringrazia Serena Di Virgilio per la collaborazione nella realizzazione dell'articolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti