Fumetti

"Fun" di Bacilieri: storia del cruciverba, a fumetti

La vita come enigma e gioco

paolobacilieri-fun-dettcop

Nicola D'Agostino

-

Intrecciare storia e fantasia, architettura e azione, arte e racconti di umanità varia, disegnando una griglia fitta e avvincente di informazioni, curiosità ed emozioni. È l'obiettivo di Paolo Bacilieri in "Fun", edito da Coconino Press.

Ispirato al bestseller “L'orizzonte verticale” dell'esperto di enigmistica Stefano Bartezzaghi, "Fun" racconta in maniera divertente e coinvolgente la nascita e l'evoluzione di uno dei passatempi più popolari e diffusi al mondo, il cruciverba, la cui storia si interseca con quella del fumetto.

I punti di contatto tra i due sono molteplici, come spiegato da Bacilieri e Bartezzaghi in un recente incontro a Bologna durante il festival di BilBOlbul.

All'inizio di "Fun" facciamo la conoscenza di

"Arthur Wynn, inglese trapiantato negli Stati Uniti che un po’ per sbaglio e un po’ perché il destino ha voluto così, sullo stesso giornale su cui vent’anni prima era uscito un fumetto con un personaggio che si chiama Yellow Kid. Su quello stesso giornale [Wynn] ha inventato questo giochino, questo passatempo che era, appunto, il cruciverba."

E ancora: 

"I fumetti sono poveri [e] sono uno schema semplice: hanno avuto una diffusione e uno sviluppo, si sono adattati alla cultura del [singolo] Paese. [Fumetto e cruciverba] hanno molto in comune. Un’altra cosa che secondo me hanno in comune è di parlare personalmente, proprio personalmente a chi li legge."

Il fumetto di Bacilieri non è una semplice sequenza di eventi storici, ma un intreccio di fatti reali, avventura, curiosità e (divertenti) divagazioni metafumettistiche ed enigmistiche.

308819

"Fun" è un libro a strati, con elementi che s’incrociano tra loro.

"[Oltre alla storia del cruciverba c'è] una parte milanese e una serie di racconti brevi che in realtà io avevo già nel mio cassetto ed avevo pubblicato a destra e a manca [...] Queste storie brevi sono delle definizioni, nel senso che si incrociano tra di loro, come dovrebbero fare le parole nello schema di un cruciverba."

A fare da collante tra passato e presente (fittizio) ci sono Zeno Porno, alter-ego di Bacilieri e sceneggiatore di fumetti Disney, e soprattutto Pippo Quester, un professore che - come Bartezzaghi - è esperto di enigmistica.

308827

A proposito di Quester, Bacilieri dice:

"È una specie di patchwork di vari elementi. Ho mescolato insieme diversi tipi di mentore: mi serviva una figura autorevole di intellettuale. E Umberto Eco mi sembrava avesse il "fisico" giusto, quindi ho "rubato" fisicamente il corpo di Umberto Eco per dare una fisicità autorevole a questo signore, che in realtà non è Umberto Eco! È Pippo Quester, quindi è un personaggio inventato in cui c'è dentro anche altra roba oltre al fisico di Umberto Eco con i baffi..."

Su Quester verte la trama avventurosa del fumetto, che termina con un colpo di scena e rimanda a un seguito, atteso per il prossimo anno. Il materiale storico disponibile è enorme e dopo questa prima parte, sulla nascita e lo sviluppo del cruciverba negli Stati Uniti sino all'arrivo in Europa, la seconda parte riguarderà in particolare l'evoluzione in Francia e in Italia.

“Fun” è un volume brossurato di 144 pagine in bianco e nero e a colori. È edito da Coconino Press  che lo propone a 18 euro.

Nota: le immagini sono copyright di Paolo Bacilieri e Coconino Press.
Si ringrazia Serena Di Virgilio per la collaborazione nella stesura dell'articolo.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I fumetti più belli del 2014

Graphic novel, ristampe e racconti da leggere e da regalare

Commenti