Fumetti: 'Saga': fate l'amore, non fate la guerra

Una favola pacifista con fantasy, sesso e fantascienza, di nuovo Eisner Award

particolare della copertina di 'Saga' volume uno – Credits: Fiona Staples, Brian K. Vaughan e Bao Publishing

Serena Di Virgilio

-

Quelli con le ali e quelli con le corna: due popoli in lotta da talmente tanto tempo che il solo pensiero di “fraternizzare con il nemico” è inconcepibile. Quindi quando i soldati avversari Alana e Marko non solo rifiutano la guerra e fuggono insieme, ma addirittura mettono su famiglia, entrambe le fazioni si mobilitano per eliminarli e insabbiare lo scandalo.

Inizia così Saga , la storia di una bambina simbolo di pace e accettazione, una serie a fumetti scritta da Brian K. Vaughan e disegnata da Fiona Staples, portata in Italia da Bao Publishing .
Un ritmo narrativo serrato, storie avvincenti che si intrecciano dando tridimensionalità ad un mondo complesso, personaggi ben costruiti tanto nella caratterizzazione visiva che nei dialoghi. In questo momento sono stati pubblicati tre volumi che concludono il primo arco narrativo: è il momento perfetto per iniziare la lettura e scoprire il perché dei premi (tra cui numerosi Eisner Award, per due anni consecutivi, e il nostrano Gran Guinigi) e del grande successo di critica e di pubblico.

La storia è un sapiente amalgama di elementi presi tanto dal genere fantascientifico (battaglie intergalattiche, astronavi, specie aliene, armi a raggi) che da quello fantasy (fantasmi, draghi e orchi, magia e incantesimi), con tanti temi presi dall'attualità (la condizione dei veterani e delle vittime di guerra, la manipolazione dell'informazione, la schiavitù).

saga_01_emb8.jpg

I protagonisti sono prodotti delle rispettive società, cresciuti con la prospettiva della guerra e con un odio ben inculcato per il nemico. Quando si trovano a fronteggiare la realtà della battaglia, però, entrambi hanno una crisi di coscienza. A fare da ponte tra i due è un libro, apparentemente un romanzetto di bassa lega, che però nasconde critica sociale e idee sovversive di pacifismo e amore.

saga_02_emb8.jpg

Alana e Marko non solo sono giovani, belli e innamorati l'uno dell'altra, ma si rivelano anche motivati e capaci nel proteggere la loro famiglia e l'idea che ne sta alla base. Venendo da culture diverse e cercando di ridefinire i propri valori e modelli, si trovano spesso a discutere per decidere cosa fare, e ad aiutarsi a vicenda a non ricadere nell'odiosa abitudine alla violenza.
A complicare la storia sarà non solo l'arrivo degli inseguitori istituzionali, ma anche dei genitori e della ex fidanzata di lui.

saga_03_emb8.jpg

Ad aggiungere spessore è la presenza di numerosi personaggi a loro volta coinvolti e segnati in modo diverso dalla guerra, oppressi e oppressori, figure ai margini o protagonisti dell'azione. Conosceremo quindi sia il punto di vista del Principe Robot IV, veterano mandato in tilt dallo shock della battaglia, che quello di Izabel, fantasma di una ragazzina saltata in aria su di una mina, le storie di temibili cacciatori di taglie e quella della fidanzata guerrafondaia abbandonata dal promesso sposo pacifista.

saga_04_emb8.jpg

“Saga”  è una serie di volumi brossurati a colori di 168 pagine l'uno. Finora ne sono usciti tre. È pubblicata da Bao Publishing che li propone a 14 euro l'uno.
Gli autori saranno presenti a Lucca Comics and Games 2014.

Nota: tutte le immagini sono copyright di Fiona Staples, Brian K. Vaughan e Bao Publishing. 
Si ringrazia Nicola D'Agostino per la collaborazione nella realizzazione dell'articolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti