Redazione

-

Forme flessuose, morbide, leggere sono la cifra stilistica delle opere di Zaha Hadid, l’archistar anglo-irachena deceduta il 31 marzo.

Ricordata per i suoi lavori iconici è stata anche la prima donna a ricevere i tre principali riconoscimenti del mondo dell’architettura: il Pritzker, lo Stirling e la medaglia d’oro del Royal Institute of British Architects. Da Abu Dhabi a Pechino, all’Azerbaijan all’Italia ecco raccontate, in una gallery fotografica, dieci delle sue opere più belle.

LEGGI ANCHE: Addio, all'archistar rivoluzionaria Zaha Adid


Padiglione-Ponte di Saragozza (Spagna
Il Guardian l’ha definito "un modo magnifico per nobilitare l’attraversamento di un fiume a piedi". È il Padiglione-Ponte di Saragozza, la struttura progettata da Zaha Hadid per l’edizione 2008 dell’Expo, esposizione dedicata al tema dell’acqua e dello sviluppo sostenibile. Il ponte in vetro e cemento, che si trova nel quartiere de La Almozara, ricorda un enorme gladiolo con un’estremità che poggia sulla riva del fiume sottostante.

Guangzhou Opera House, Guangzhou (Cina)
Inaugurato per la prima assoluta in Cina della Turandot, il Guangzhou Opera House nella città Guangzhou (Canton) in Cina è considerato uno dei più bei teatri mai costruiti. “Come un ciottolo di ruscello levigato dall’erosione”, così raccontato dalla stessa Hadid, è stato progettato per integrarsi perfettamente con il fiume vicino. Purtroppo, però, un anno dopo l’apertura alcuni dei pannelli esterni hanno già iniziato a crollare. 

Il Riverside Museum, Glasgowm (Regno Unito)
Il Riverside Museum, soprannominato dai più il “Glasgow Guggenheim”, ha vinto Scottish Design Award 2012. Sotto il rivestimento di zinco, la facciata in vetro alta 36 metri libera lo sguardo verso il fiume Clyde mentre la struttura, in acciaio e muratura, ospita ben 7mila metri quadrati di spazio espositivo privo totalmente di colonne colonne.

London Aquatics Center, Stratford (Regno Unito)
Il London Aquatics Center a Stratford non è una piscina, ma la piscina. Come un’onda alta 45 metri questa cattedrale dell’acqua è stata costruita per le Olimpiadi del 2012 e ospita due vasche da 50 metri e per 2.500 spettatori.

Heydar Aliyev Center, Baku (Azerbaigian)
Una delle opere visionarie realizzate dell’archistar Zaha Hadid si trova a Baku, Azerbaigian. È l’Heydar Aliyev Center che, con oltre 100mila metri quadri di superficie, è il centro culturale più importante di un’area in forte crescita.

Galaxy-Soho Building, Pechino (Cina)
Il Galaxy-Soho Building di Pechino è una struttura multifunzionale che comprende numerosi uffici, più un’area commerciale e svago alta 67 metri e costituita da cinque strutture curvilinee che tendono verso il centro. Ispirato a un’antico cortile cinese, l’effetto a spirale lo rende un complesso pubblico estremamente scenografico, soprattutto di notte.

Ponte Sheik Zayed, Abu Dhabi (Emirati Arabi)
Il Ponte Sheik Zayed di Abu Dhabi vanta di essere la struttura più articolata mai costruita. Con una lunghezza pari a 842 metri e un’altezza di 64 metri, conta numerosi archi che rievocano le dune del deserto. Tra le sue caratteristiche c’è anche l’illuminazione dinamica con colori sfumati che si susseguono lungo tutta la struttura.

Library & Learning Center, Vienna (Austria)
Il Library & Learning Center, firmato dallo studio di Zaha Hadid per il WU Campus di Vienna, è una delle strutture iconiche dell’architetto anglo-iracheno destinate a diventare il nuovo polo del Campus della University of Economics & Business austriaca. Dal disegno lineare e squadrato quest’opera si allontana dalle classiche forme tanto amate dell’Hadid: l’edificio, dall’impianto asimmetrico, occupa un’area di oltre 41mila metri quadrati e ospita un laboratorio linguistico, uffici, sale per eventi, un centro studentesco, un book shop e una caffetteria. Un’altra opera dell’architetto Zaha Hadid è il

Maxxi, Roma (Italia)
Un’altra opera dell’architetto Zaha Hadid è il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo. Sorto come fondazione costituita dal Ministero dei Beni Culturali e ideale espansione della Galleria Nazionale d’Arte Moderna, il museo vanta una collezione divisa in una sezione dedicata all’arte e una all’architettura e ospita inoltre un auditorium, una biblioteca e una mediateca specializzate.

Trampolino per lo sci, Bergisel (Austria)
Zaha Hadid è la firma anche dello sport. Nel 2002 l’architetto progetta e realizzata il trampolino da salto sul Monte Bergisel presso Innsbruck vincendo il concorso internazionale del 1999. A picco sul centro della città, l’intera costruzione combina non solo uno spazio per l'attività fisica con attrezzature altamente specializzate, ma anche aree pubbliche, quali un caffè e una terrazza panoramica

© Riproduzione Riservata

Commenti