Rita Fenini

-

Henri de Toulouse-Lautrec è considerato il più famoso maestro di manifesti e stampe tra il XIX e XX Secolo: tra le peculiarità della sua arte, è l’avere come soggetto la più disparata umanità illustrata in momenti quotidiani o di divertimento, affascinando così la borghesia francese. Sua grande fonte d’ispirazione è il quartiere parigino di Montmartre e la maggior parte delle sue opere sono riconducibili alla vita notturna e ai locali di questa zona: le sue sono rappresentazione d’istanti di vita quotidiana, che Lautrec restituisce con un effetto di grande immediatezza. In poco tempo l’artista diventa uno degli illustratori e disegnatori più richiesti di Parigi, tanto chegli sono commissionati manifesti pubblicitari per le rappresentazioni teatrali, i balletti e gli spettacoli, oltre che illustrazioni d’importanti riviste dell’epoca, come la satirica "Le Rire"

Con questa mostra, promossa e prodotta da Roma Capitale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Arthemisia Group e organizzata con Zètema Progetto Cultura, si porta a Roma il fiore della raccolta di opere di Toulouse-Lautrec conservata Al Museo di Belle Arti di Budapest (Szépmű vészeti Múzeum), uno dei più importanti in Europa. In occasione dell’esposizione romana, curata da Zsuzsa Gonda e Kata Bodor, circa 170 litografie della collezione (tra cui otto affiches di grande formato e due cover degli album della cantante, attrice e scrittrice francese Yvette Guilbert con circa 10 litografie) hanno lasciato Budapest per essere esposte al Museo dell’ Ara Pacis dal 4 dicembre 2015 all’8 maggio 2016

Toulouse-Lautrec
La collezione del Museo di Belle Arti di Budapest
Museo dell'Ara Pacis, Lungotevere in Augusta, Roma
Dal 4 dicembre 2015 all'8 maggio 2016

© Riproduzione Riservata

Commenti