Redazione

-

Inaugura domani, 28 gennaio, presso il Panometer di Lipsia, la nuova opera dell'architetto e artista visuale Yadegar Asisi, che ha creato una presentazione panoramica a 360° del relitto del Titanic, il celeberrimo transatlantico britannico drammaticamente naufragato nell'Oceano Atlantico il 15 aprile 1912, dopo la collisione con un iceberg. Il relitto è raffigurato in scala 1:1 a 3.800 metri sotto il livello del mare, su una superficie di 3.500 metri quadrati.

IntitolataTitanic - La promessa della modernità è pensata dall'autore come un'occasione per riflettere, attraverso una tragedia divenuta parte delle memoria collettiva dell'umanità, sull'arroganza dell'uomo nel cercare di superare le leggi di natura: "Per me- ha affermato - da un lato, il Titanic è una straordinaria realizzazione ingegneristica, ma dall'altro il suo destino simboleggia la tracotanza dell'essere umano".

Asisi ha già creato in passato numerosi altri panorami su larga scala relativi a luoghi e eventi storici particolarmente significativi, tra cui il Muro di Berlino, l'antica Pergamo, la Grande barriera corallina o la Roma del 312 dopo Cristo. La stessa parola Panometer è una sua creazione, nata dall'unione delle parole Panorama e Gasometer, a designare un ex gasometro divenuto sede espositiva per panorami prospettici a 360° e a grandezza naturale.

1074264

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Una nuova tesi per la fine del Titanic

A far affondare la nave sarebbe stato un incendio a bordo e non la collisione con l'iceberg

30 anni fa il ritrovamento del Titanic

il 1 settembre 1985 il relitto più famoso del mondo fu localizzato da una spedizione franco-americana guidata da Robert Ballard. 73 anni dopo la tragedia

Titanic, 145 mila euro per una lettera scritta a bordo

La missiva è stata battuta all'asta presso la britannica "Henry Aldridge and son"

Commenti