Sogno e realtà: Viktor Popkov 1932-1974, a Venezia

Fino al 27 aprile Ca' Foscari Esposizioni ospita la prima rassegna di respiro europeo sul breve percorso artistico del pittore russo Viktor Popkov

Rita Fenini

-
 

Pittore di grande talento, premiato nel 1966 a Parigi, spesso presente alla Biennale di Venezia, riconosciuto come uno dei più acclamati artisti russi, Viktor Popkov ‘torna’ in laguna con una grande mostra antologica, la prima retrospettiva in Europa in due prestigiose tappe: l’Università Ca’ Foscari di Venezia e la Somerset House a Londra.

Dopo la lunga stagione del realismo socialista, l'arte sovietica degli anni '60 e '70 si caratterizza per la comparsa di nuove tendenze, assai meno omogenee, espressioni di punti di vista artistici finalmente individuali. E nei suoi quadri, apparentemente legati ai tipici soggetti pittorici del tempo, Popkov modifica l' approccio enfatico e celebrativo della realtà in una riflessione profondamente esistenziale. Quelli che risultano sono pertanto temi inconsueti, caratterizzati da forme grottesche intrise di colori espressivi, incarnati così a fondo nella tela da coinvolgere ancora oggi, a mezzo secolo di distanza, un pubblico internazionale

SOGNO E REALTA'. VIKTOR POPKOV (1932-1974)
Ca' Foscari Esposizioni - Dorsoduro 3246, Venezia
19 febbraio - 27 aprile 2014

© Riproduzione Riservata

Commenti