Segni e sogni del Mediterraneo

Si apre venerdì 5 settembre 2014 con il festival "Segni e sogni del Mediterraneo" il progetto biennale "Mare Eolie": l'arte contemporanea per esaltare la bellezza del "Castello" di Lipari. E non solo

Rita Fenini

-
 

Nel Teatro del Castello di Lipari, il 5, 6 e 7 settembre 2014, critici, giornalisti di settore e artisti (moderati da Tahar Ben Jelloun e con l’intervento conclusivo di Vittorio Sgarbi) si confronteranno sul tema dei significati dell’arte e sul rapporto tra arte e mercato. Nell’ultima giornata della rassegna, domenica 7 settembre, verrà poi inaugurata l’area del Castello (quella dell’ex-carcere) dedicata all’arte contemporanea con l’anteprima della mostra "Eolie 1950/2015. Mare Motus" che avrà luogo nella primavera 2015: esposte, vi saranno le opere di Matteo Basilé, Tahar Ben Jelloun, Ettore de Conciliis con Alex Caminiti, Teresa Emanuele, Ernesto Lamagna, Igor Mitoraj, Piero Pizzi Cannella, Fabrizio Plessi e Maurizio Savini. Fotografie, sculture, video d' arte, dipinti: le celle dell’ex carcere diventano ‘contenitori’ di opere d’arte, trasformano un luogo di dolore e sofferenza in un sogno pittorico

SEGNI E SOGNI DEL MEDITERRANEO
Lipari, Castello: teatro ed ex carcere
 5 - 7 settembre 2014

© Riproduzione Riservata

Commenti