Arte & Idee

Scriba, il festival di chi scrive

Dal 7 al 9 novembre, a Bologna

'L'Isola Dell'Angelo Caduto' Press Conference - The 7th Rome Film Festival

Carlo Lucarelli – Credits: Getty Images

Che differenza c'è tra scritture e letterature? La domanda non è pleonastica, perché Scriba è il primo festival che pone l'accento su questa differenza. E se tutto è narrazione, se ogni cosa scritta è pensata come un racconto funzionale a trasmettere un messaggio preciso, solo una porzione molto limitata e finita appartiene alla letteratura.

Chi pratica la scrittura sa benissimo che qualsiasi tipo di narrazione è, prima di tutto, un racconto: da una forma più intima, come può essere una lettera o un diario, ai bugiardini delle medicine, ai verbali della polizia per finire alla satira. Sono tutte forme di scrittura che hanno un motivo, e soprattutto, un modo per essere fatte.

spiega lo scrittore Carlo Lucarelli che con la sua scuola Bottega Finzioni ha dato vita a un festival unico in Italia. E poi, conclude:

‘Scriba’ è un momento per mettersi a ragionare su tutto quello che ruota attorno a un racconto, partendo dalla cosa scritta per arrivare al motivo per la quale, appunto, è stata scritta

In effetti il programma promette tre giornate davvero inusuali.

Assicuratese. Come si scrive una polizza assicrativa? Viaggio tra alfabeti, norme e trasparenza con Andrea Pezzi (Vicedirettore generale UnipolSai Assicurazioni) e Paolo Nori (scrittore e traduttore), la sera del 7 novembre.

Immobiliarese. L'annuncio immobiliare nelle mani di Marcello Fois (scrittore, commediografo, sceneggiatore e membro del comitato scientifico Scriba Festival) e Roberto Maccaferri (agente immobiliare da più di trent’anni, Presidente di FIMAA Bologna). Sabato 8, mattino

Meteorologhese. Boom di attenzione nell'ultimo periodo, sulla scia di una mania tutta americana, è la metereologia. Mai provato a scrivere le previsioni dfel tempo? Non è certo un gioco da ragazzi. Ne parla il metereologo Paolo Sottocorona, sabato 8.

Questurese. Scrivere un interrogatorio ha regole ben precise, tra l'imparzialità e un linguaggio consueto alle forze dell'ordine. Silio Bozzi (Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato, esperto in materie criminalistiche) spiega come si fa, nella serata di sabato 8.

E poi, di giochi, di cinema, di fumetto, di satira, di musica e di altri mondi, insieme a Lia Celi, Tuono Pettinato, Lorenzo Kruger (dei NoBraino) e altri ancora.

Scriba, 7-9 novembre, a Bologna

P.S.

Non dimenticate di riflettere sul quesito più filosofico: come si scrive un silent book? La risposta c'è, all'ultimo appuntamento della manifestazione.


© Riproduzione Riservata

Commenti