Rita Fenini

-

A Palma il Vecchio sono stati dedicati ben nove studi monografici, ma mai l’artista è stato celebrato con una vera mostra monografica. L 'evento in corso a Bergamo offre dunque l’opportunità di realizzare un grande momento espositivo di richiamo internazionale, nel luogo d’origine del pittore (nativo di Serina) protagonista assoluto del rinascimento veneto accanto a Tiziano e dopo Giorgione. Un evento unico e irripetibile, che vede per la prima volta riuniti i capolavori di Palma provenienti dall’Italia e dall’estero, numerosi dei quali restaurati per l’occasione. Palma è maestro nel dare vita a languide figure femminili e la sua è una poesia fatta di sguardi, racconti e nostalgia, con immancabili rimandi ai luoghi natii, ancora oggi di grande suggestione e bellezza. Un’arte, quella di Palma il Vecchio, che sviluppa temi mitologici e allegorici ma anche sacre conversazioni, in straordinarie ambientazioni paesaggistiche. Una mostra intensa, unica e suggesiva. Non solo da guardare, ma da vivere

Palma il Vecchio – lo sguardo della bellezza
A cura di Giovanni C.F. Villa, prodotta e organizzata da ComunicaMente srl.

Accademia Carrara/GAMeC
Via San Tomaso 53, Bergamo 

13 marzo – 21 giugno 201
5

© Riproduzione Riservata

Commenti