Arte & Idee

L'opera d'arte più costosa del mondo è un Picasso

"Les femmes d'Alger" è stato battuto all'asta da Christie's per 179,4 milioni di dollari. Record anche per Giacomelli e la scultura "L'homme au doigt"

picasso-femmes-alger

L'opera di Pablo Picasso "Les femmes d'Alger (Version 'O')" olio su tela, battuto da Christie's a New York per 179,3 milioni di dollari – Credits: EPA/JASON SZENES

Asta record per il dipinto "Les femmes d'Alger (Versión 'O')" di Pablo Picasso, realizzato nel 1955. Il capolavoro è stato battuto da Christie's per 179,4 milioni di dollari, diventando l'opera d'arte più cara mai venduta a un'asta. La contrattazione si è svolta telefonicamente e l'identità dell'acquirente non è stata resa nota. La casa d'asta aveva stimato inizialmente che il quadro sarebbe stato venduto per circa 140 milioni di dollari, ma l'alta partecipazione di aspiranti compratori ha portato su il prezzo.

Finora il primato dell'opera d'arte più costosa mai venduta a un'asta era detenuto dal trittico di Francis Bacon "Tre studi di Lucian Freud", venduto da Christie's a novembre 2013 per 142,4 milioni di dollari.

Subito dopo è stata la volta della statua "L'homme au doigt" dello scultore svizzero Alberto Giacometti, ad abbattere ogni precedente. Il bronzo alto 1,77 metri ha spuntato la somma più alta spesa per una scultura: 141,2 milioni di dollari. Il precedente record era sempre di un'altra opera di Giacometti "L'homme qui marche I", battuta a 103,9 milioni di dollari nel 2010 a Londra dalla rivale Sotheby's.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti