Narciso Cassino: Natura, corpo, spirito

Fino al 24 agosto, al Castello Sforzesco di Vigevano: 51 opere tra sculture, dipinti e disegni dell’eclettico artista di Candia che quest’anno avrebbe compiuto cento anni 

Rita Fenini

-
 

"A cento anni dalla nascita la Lomellina vuole ricordare Narciso Cassino (nato nel 1914 a Candia Lomellina), uno dei suoi più prestigiosi artisti, attraverso una preziosa antologica che intende sottolinearne le qualità di scultore, pittore e raffinato disegnatore", spiega il Prof. Giuseppe Castelli, curatore della mostra. Allievo di Carpi, Funi e Carrà, fece scultura con Francesco Messina, che considerò sempre come maestro di altissimo profilo. Scultore eclettico, si impose come profondo interprete di una fede, quella cattolica, che sentiva in modo speciale.

E oggi sono proprio le grandi opere pubbliche legate alla committenza religiosa che ne amplificano la fama: il gigantesco gruppo della Mater Dei di Tortona, le porte bronzee della chiesa di San Paolo ad Alba, il gruppo con Don Orione al Duomo di Milano, per ricordare solo le più famose.

Fino al 24 Agosto 2014
Castello Sforzesco di Vigevano

© Riproduzione Riservata

Commenti