Mostra fotografica, una passeggiata a Manhattan

Un libro fotografico sulla New York degli anni Quaranta diventa un'esposizione. Fino al 3 luglio all'Istituto italiano di cultura

Credits: Ufficio Stampa

All’inizio era un libro fotografico dedicato alla Grande Mela. Adesso, e fino al 3 luglio, il volume curato da Stefano Lucchini e dalla moglie Silvia, New York. Born back into the past, è diventato una mostra all’Istituto italiano di cultura della città americana, dove sono esposte 40 immagini in bianco e nero che raccontano una passeggiata da sud a nord della Manhattan del 1942. "Le foto fanno parte di una collezione acquistata a un’asta alcuni anni fa" spiega Silvia Lucchini. "La particolarità è che sono di un anonimo: non siamo mai riusciti a risalire all’autore o agli autori e non c’è riuscita neppure la Alinari, quando ha stampato il libro".

Il volume era nato come un "atto d’amore" per la città che non dorme mai: 103 fotografie inedite dalla collezione di Stefano e Silvia Lucchini con testi di Geminello Alvi e Gianni Riotta. "Niente graffiti, niente piercing, niente iPod alle orecchie come oggi" commenta Riotta ma "gli dei, le speranze, le illusioni, i miti, la forza, le sconfitte di allora sono le nostre". "Questa raccolta" sottolinea Alvi "offre non solo splendide foto di New York in anni compressi, come quelli della guerra, ma descrive il remare verso il passato dell’anima di chi le scattò, le compose assieme in una successione che non lascia dubbi".

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Commenti