Per tutti sarà sempre la regina del circo italiano, con quei capelli neri corvini e l'acconciatura inconfondibile. Moira Orfei,  nome d'arte di Miranda Orfei, è morta stamattina a Brescia, a 83 anni. Lo ha annunciato tramite un comunicato lo stesso Circo Orfei: "Moira ci lascia in serenità e circondata dall'amore dei familiari, in questa mattina di novembre nella sua bellissima e celebre casa mobile. Il Circo Orfei che Moira, insieme al marito Walter Nones, ha guidato facendo divertire intere generazioni, per volontà dello stesso, dei figli e dei nipoti andrà avanti per continuare la tradizione in onore della più grande icona circense".  

Figlia d'arte (suo padre era Riccardo Orfei, celebre clown, e la madre era Violetta Arata, anche lei nota protagonista del mondo del Circo), fin da piccola era famosa per la sua bellezza mediterranea; in un'intervista raccontò: "Per fare pubblicità al circo, mio zio Orlando usava me e le mie due cugine. Tutta la gente veniva dietro a me. Così si è venuto a sapere che c'era questa ragazza bella e mora". Ha fondato "Il circo di Moira Orfei" nel 1960, vestendo con abilità i ruoli di cavallerizza, trapezista, acrobata e addestratrice di diversi animali, dai leoni alle colombe.

All'attività circense ha affiancato anche quella cinematografica, forse meno conosciuta, che la rese interprete di ben quaranta film, tra i quali ricordiamo Signore & signori, Vacanze di Natale '90, Casanova '70 insieme a Marcello Mastroianni ("Mastroianni mi ha fatto una corte fine, elegante", confessò lei una volta) e Profumo di donna con Vittorio Gassmann. "Il cinema mi annoiava", ha raccontato l'artista in passato. "Però ho fatto ben 47 film. Con Fellini, Gassman, Nino Manfredi, Tognazzi, Vianello e Totò che mi voleva regalare un appartamento".   

La sua celebre "cofana" corvina, che ha portato fin da giovanissima, fu idea di Dino De Laurentiis che le consigliò di raccogliere i capelli in un turbante e di chiamarsi Moira.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Nando Orfei, il domatore di sogni

È scomparso l'uomo che non poteva vivere lontano dal suo circo. Su Icon, in edicola dal 9 ottobre con Panorama, la sua ultima intervista

Commenti