Ricorrendo alla fotografia, a videoinstallazioni, a creazioni di design, ad ambientazioni musicali elettroniche, DMAV -  collettivo di arte sociale - crea spazi immersivi nei quali fare entrare le comunità per accedere a visioni dei futuri possibili.

E quest' anno, dall' 11 maggio al 23 luglio 2017, DMAV presenta a Udine (in due tempi e location diverse) un nuovo, articolato progetto di arte sociale, con varie esposizioni, performance e dibattiti che ruotano intorno a uno spunto concettuale e fanno riflettere su un tema di attualità: in un’epoca di relazioni digitali e dinamiche virtuali, siamo diventati forse una miriade di punti immersi in relazioni sempre più vuote?

Non a caso, protagonista della prima fase della mostra è la serie "Little Town": composizioni fotografiche, piccoli diorami in cui vivono microscopici essere umani assorbiti e affascinati da grandi immagini di sfondo che creano una tensione tra gli spazi, una vicinanza e una convivenza forzate. "Aiutiamo gli abitanti di Minimalia a trovare la loro relazione e il loro amore – esorta tra il serio e il faceto Alessandro Rinaldi, leader del collettivo artistico - Diamo corpo alle loro relazioni, continuiamo a guardarli. Come se fossero per noi un minuscolo specchio per il nostro crescente disorientamento"

Nella seconda fase espositiva, "Texture", grandi immagini di forte impatto visivo che ritraggono soggetti ispirati alle filosofie orientali e apparentemente rasserenanti, ricoprono le pareti e le suppellettili della stanza. Solo osservate da vicino le figure rivelano la presenza di tantissime piccole notifiche che si ripetono ossessivamente creando la trama delle immagini

Un progetto interessante e di estrema attualità, che s’ interroga sullo strapotere della vita digitale rispetto a quella reale, invasa dai social


Minimalia
Ideato da DMAV - Dalla maschera al volto
Udine, 11 maggio – 23 luglio 2017

Prima parte
11– 28 maggio 2017
Ex Chiesa di San Francesco e Make Spazio Espositivo

Seconda parte
28 giugno – 23 luglio 2017
Via delle Pelliccerie 3

© Riproduzione Riservata

Commenti