Un mercatino delle pulci alla biennale di Venezia

Un singolare "bazar" organizzato dall'artista americano Rob Pruitt che invita altri artisti a dare piena espressione alla propria creatività

Rob Pruitt,, Booth(b)

Rob Pruitt, "Rob Pruitt's Flea Market", Booth – Credits: Rob Pruitt

Rita Fenini

-

Dal 5 all'8 maggio 2015, in occasione delle giornate di anteprima della Biennale D'Arte, l’artista americano Rob Pruitt presenta, per la prima volta a Venezia, il suo celebre progetto “ROB PRUITT’S FLEA MARKET”. Durante i quattro giorni dell’evento la galleria A plus A sarà trasformata in un coinvolgente e stimolante luogo di scambio dove sarà possibile respirare l’atmosfera ludica e vivace tipica dei mercatini delle pulci. Il “Flea Market” trova a Venezia, da secoli uno dei più importanti crocevia di scambi commerciali e culturali, il proprio contesto ideale e fornisce un’ esperieza parallela e alternativa al tradizionale circuito della Biennale d’ Arte.

 

Un vasto pubblico di “addetti ai lavori” ( artisti, curatori, critici, giornalisti) si mescolerà con la comunità locale e con le complesse dinamiche sociali di una città unica al mondo: come in ogni mercatino dell’usato, il visitatore rimarrà affascinato dalle diverse offerte proposte dagli artisti e potrà sbirciare liberamente tra i loro oggetti personali. La creazione di un’atmosfera vivace, informale e giocosa farà in modo che ogni giorno dell’evento riservi al pubblico una diversa sorpresa.

L’evento è ospitato dalla Galleria A plus A (San Marco 3073, Venezia) ed è organizzato dagli studenti del “22° Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee” della School for Curatorial Studies Venice. Il progetto è a cura di Tommaso Speretta.

© Riproduzione Riservata

Commenti