Redazione

-

Quattro artisti, quattro “transformer” legati dalla cultura del design saranno i protagonisti della mostra "Transformers” al MAXXI di Roma dall'11 novembre 2015 al 27 marzo 2016.
Nella decostruzione dei confini fra arte e design ci saranno: il coreano Choi Jeong-hwa, l’italiano Martino Gamper, che vive a Londra, il franco-portoghese Didier Fiuza Fustino e il messicano Pedro Reyes.
Il loro intento sarà quello di trasformare il quotidiano in fantasioso e viceversa, il basso in alto, il vecchio in nuovo, il banale in straordinario, il noioso in divertente, il triste in gioioso e il vizio in virtù, creando così nuove realtà più aperte.
Arte e design sono legate tra loro da una relazione e una tensione intima, vivono in un processo di reciproco stimolo, articolandosi una nell’altro per creare soluzioni, per esprimere fantasie intellettuali e ingegno quotidiano, per rispondere con l’utopia alla quotidianità.
Un processo creativo come atto di resistenza e di proposta per una società migliore.


Il progetto si configura dunque come un’operazione critica: nel lavoro di Choi Jeong-hwa, Didier Fiuza Faustino, Martino Gamper e Pedro Reyes emerge la creatività più attuale nel suo impegno sociale, politico in un mondo in rapida trasformazione, un mondo globalizzato, segnato da conflitti economici, geopolitici e culturali.


MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
Roma (dall' 11 Novembre 2015 al 27 Marzo 2016)

CURATORI: Hou Hanru

Costo del biglietto: intero € 10, ridotto € 8/ € 4

Per informazioni: +39 06 3201954 oppure info@fondazionemaxxi.it

http://www.fondazionemaxxi.it

 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Deejaynellarmadio al Maxxi di Roma

Torna al Maxxi di Roma il percorso fotografico che ci porterà negli armadi dei Dj di una delle radio più famose d'Italia

Il Maxxi sorgerà anche a L'Aquila

Lo ha comunicato il ministro Franceschini. La sede sarà Palazzo Ardinghelli. Ospiterà poche ma importanti opere frutto di donazioni

Commenti