Rita Fenini

-

Gli ambiti espressivi indagati da Borgianni nel corso della sua attività sono stati parimenti la natura e il corpo umano. E per introdurre il secondo ambito espressivo ritratto dal' artista, il corpo umano, è necessario ribadire il suo legame con la Toscana - propria terra di nascita e formazione - e con Siena in particolare, che si ripropone con questa mostra dopo più di cinquanta anni dalla sua prima esposizione in città. Ma il legame importante è anche e soprattutto quello con la tradizione artistica toscana e con i suoi grandi maestri rinascimentali, primo fra tutti Jacopo della Quercia e Michelangelo. Tutto questo Borgianni lo evidenzia in particolare nella serie di immagini dipinte con una tecnica e una resa molto originale, dove le imponenti figure sono come dilavate dal colore che le esalta, ma al tempo stesso sembra volerle negare “… quasi una marcia trionfale di dei e di eroi che tuttavia la tecnica pittorica consuma, oblitera, in parte contraddice e cancella.” (Antonio Paolucci), ma che svelano e conservano il segreto della bellezza. Da non dimenticare che Borgianni è anche scultore e alcune sue figure in legno, ceramica, gesso e bronzo patinato si possono apprezzare in questa bella mostra.

MARCO BORGIANNI
DEI E EROI
Siena, Palazzo Pubblico, Magazzini del Sale
30 maggio - 23 agosto 2015

© Riproduzione Riservata

Commenti