Rita Fenini

-

Crocevia tra il “salotto” dell’arte di Pietrasanta e il marmo bianco di Carrara, a due passi da realtà museali di grande importanza e vicino a quella moltitudine di gallerie che hanno costruito silenziosamente reti internazionali, Lucca si presenta come la città ospitante più dinamica e ricettiva per nuovi esperimenti artistici

Ad essere in scena dal 6 al 9 maggio 2016, nei padiglioni del Polo Fiere e Congressi della città, tanta arte contemporanea, moderna e post-bellica, per una fiera che vuole mostrare l’ inaspettato del mondo dell’arte e costruire, passo dopo passo, un momento di confronto con le realtà nazionali e internazionali.

L’attenta selezione delle gallerie mira a inquadrare LUCCA ART FAIR - ideata e diretta da Paolo Batoni, presidente dell’associazione culturale Blob ART - come un progetto di qualità fin dal suo esordio, destinato a radicarsi in una regione che da sempre si è caratterizzata come laboratorio culturale italiano.

Ad accompagnare il progetto espositivo un gran numero di talks e la zona T.A.Z. (Temporary Art Zone), interamente dedicata alle gallerie d’arte contemporanea ad indirizzo più sperimentale e dai linguaggi più innovativi, che vede la collaborazione del curatore e Co-Direttore per le Arti Visive Dello Scompiglio Angel Moya Garcia in veste di advisor.

LUCCA ART FAIR
Il nuovo appuntamento per l'arte in Toscana
6 - 9 maggio 2016
Lucca, Polo Fiere e Congressi


Opening 6 maggio 17.30 – 21:00
7 e 8 maggio 11:00 – 20:00
9 maggio 11:00 – 15:30

© Riproduzione Riservata

Commenti