Rita Fenini

-

Si intitola “Linee di Confine - la natura, il corpo, le città”, la mostra collettiva che inaugurerà il prossimo 23 aprile 2015 (fino al  21 giugno) al Museo Carlo Bilotti di Roma. Attraverso dipinti (anche di grandi dimensioni) e fotografie, l' esposizione vuole stabilire una suggestiva zona di confronto, un nesso figurativo e narrativo spettacolare tra l’energia che abita la natura e gli esseri viventi: la loro esistenza grandiosa, i loro gesti effimeri e i loro volti, contrapposta a quella più razionale che, creando architetture, inquadra spazi, genera metropoli, ritma l’esistenza.

Angelo Bucarelli, Roberta Coni, Adelaide Di Nunzio, Manuel Felisi, Giovanni Frangi, Massimo Giannoni, Thomas Gillespie, Christian Leperino, Sandro Maddalena, Giorgio Ortona, Tommaso Ottieri, Alice Pavesi, Marco Petrus, Paolo Picozza, Bernardo Siciliano, Stefania Fabrizi, Pete Wheeler i diciassette artisti in mostra


Promossa dall’ Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali (Servizi museali di Zètema Progetto Cultura), la mostra è curata da Marco Di Capua con il sostegno della Galleria Russo, tra le più prestigiose del panorama, che si colloca proprio al confine tra i “due mondi” con le sue gallerie di Roma e Istanbul


“Linee di Confine – la natura, il corpo, le città”
dal 24 aprile al 21 giugno
Museo Carlo Bilotti
Viale Fiorello La Guardia, 6 - Roma -



© Riproduzione Riservata

Commenti