Liberi Tutti, il minifestival della Fondazione Nicola Trussardi per MiArt

Il teatro contemporaneo apre la fiera milanese

Keren Cytter, "Show Real Drama" (ufficio stampa)

Micol De Pas

-

Si sa, il teatro è un’arte. E a segnare con forza questa caratteristica del palcoscenico è Liberi Tutti, una manifestazione firmata dalla Fondazione Nicola Trussardi per MiArt, che porta in scena i linguaggi più sperimentali del contemporaneo. Tra performance, concerti e piéce teatrali, nella cornice del Teatro Arsenale di Milano.

Si comincia stasera con i Gelitin, gruppo viennese, che presenta Ritratto Analitico, performance a sorpresa in cui il pubblico interagisce con gli attori cercando una definizione di cosa sia il disegno. Domani sarà la volta di Darren Bader con Le quattro stagioni, Trois Gnossiennes, Triple DJ, tre incursioni musicali incentrate sulla destrutturazione, con gran finale danzante per il pubblico in sala. Venerdì 5 invece l’artista israeliana Keren Cytter metterà in scena Show Real Drama, una performance dal taglio più teatrale, già presentata alla Tate Modern di Londra e ora per la prima volta in Italia. Si tratta della vita di due dei suoi attori, Susie Meyer e Fabian Stumm, che sul palco rappresentano se stessi, tra realtà e finzione. Si parlerà di amore, perdita, desiderio e dell’imprevedibilità della comunicazione umana. L’ultimo appuntamento è per sabato sera con The Pentothal Analyses (un ballet de cour), progetto inedito del berlinese Thomas Zipp, che nelle sue performance lavora coinvolgendo il pubblico sul tema del vero e del falso, attraverso rievocazioni e ricostruzioni di eventi che sembrano accaduti nel passato, ma dove si perde il confine tra realtà e immaginazione, in un drammatico dialogo tra costumi, musica, maschere e cibo.

Liberi tutti. Gelitin, Darren Bader, Keren Cytter, Thomas Zipp

Dal 3 al 6 aprile 2013

tutte le sere dalle 22:00 alle 24:00

Teatro Arsenale - via Cesare Correnti 11, Milano

Ingresso libero

© Riproduzione Riservata

Commenti