Lego Architecture: i mattoncini per gli adulti

Non si rivolgono più ai soli bambini: i mattoncini Lego della serie Architettura sono diventati uno strumento utile per la creatività di designer e architetti

La casa sulla cascata di Frank LLoyd Wright esposta alla mostra di Lego Architecture all'Henry Ford Museum

Marina Jonna

-

Inizialmente la Lego si rivolgeva, con le sue costruzioni, ai bambini dai 5 ai 12 anni. Poi l’arrivo dei video-games e la disaffezione dei più piccoli nei confronti dei mattoncini.

Da qui la necessità di cambiare linea e di inventarsi qualcosa di nuovo.

Dopo alcune indagini l’azienda scoprì che diversi adulti impazzivano ancora  per i mattoncini: in particolare uno di loro, Adam Reed Tucker, amava costruire enormi riproduzioni di edifici celebri della sua città, Chicago.

Da qui l’dea di lanciare dei set per realizzare architetture iconiche con i mattoncini Lego.

E subito fu il successo. Ora sono 20 i set in produzione dedicati all’architettura, tutti ideati da Tucker. E ce ne sono molti altri in studio.

L’ultimo progetto, indirizzato ai professionisti o agli studenti di architettura, è il set composto da più di 1.200 mattoni, tutti bianchi e neri. Quest’ultimo viene dotato di un manuale in cui vengono spiegati alcuni principi architettonici, lasciando alla creatività dei singoli la realizzazione.

Le architetture ideate possono poi partecipare a un concorso: il progetto vincitore sarà l’ispiratore delle prossime serie dedicate all’architettura.

Una nuova vita di successi, dunque, per il mattoncino più famoso del mondo!

© Riproduzione Riservata

Commenti