Rita Fenini

-

Al MIC di Faenza, città dall'inarrivabile tradizione di ceramiche e maioliche, in mostra un nucleo di inestimabile valore che racchiude tutto il percorso e il pensiero creativo dell’artista spagnolo nei confronti dell’argilla.   

La Mostra, perchè visitarla

Curata da Harald Theil e Salvador Haro (con la collaborazione di Claudia Casali), nella mostra faentina vengono analizzate le fonti di ispirazione di Picasso proprio a partire dai manufatti presenti nelle collezioni del MIC: la ceramica classica (con le figure nere e rosse), i buccheri etruschi, la ceramica popolare spagnola e italiana, il graffito italiano quattrocentesco, l’iconografia dell’area mediterranea (pesci, animali fantastici, gufi e uccelli) e le terrecotte delle culture preispaniche vengono infatti esposte in un interessante e inedito dialogo con le ceramiche di Picasso

Fulcro del percorso espositivo la sezione dedicata al rapporto tra Picasso e Faenza, visto che diversi sono i pezzi di Picasso che il MIC possiede grazie all'impegno di molti, ma soprattutto per merito dell’allora direttore (nonché fondatore del Museo faentino) Gaetano Ballardini, che contattò Picasso a Madoura con una lettera commovente e davvero toccante. 

Fu così che, nel 1950, arrivò il primo piatto ovale raffigurante la Colomba della Pace, memento contro ogni guerra, espressamente dedicata al Museo di Faenza e al tragico destino della sua Collezione e della sua struttura, andate distrutte nell’ingente bombardamento alleato del maggio 1944. A questo, nel 1951 seguirono altri piatti con teste di fauno, vasi dal sapore arcaico e archeologico e il grande vaso “Le quattro stagioni", graffito e dipinto con la raffigurazione pittorica e morfologica di quattro figure femminili, le cui forme sinuose vengono sostanziate dalla curvatura accesa del vaso.

Ad integrazione della mostra, documenti e fotografie inedite ed appartenenti all’archivio storico del MIC e un video storico di Luciano Emmer del 1954 (Picasso a Vallauris)

La Mostra, scheda tecnica

Picasso, la sfida della ceramica 

MIC - Museo Internazionale delle ceramiche in Faenza, viale Baccarini 19  

Orari:

Dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 16.00

Sabato e domenica dalle 10.00 alle 17.30

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Giorgio de Chirico: una grande mostra a Palazzo Reale

A Palazzo Reale di Milano, dal 25 settembre 2019 al 19 gennaio 2020, una grande mostra dedicata al "Pictor Optimus"

La Milano degli anni '60 in mostra a Palazzo Morando

Fino al 9 febbraio 2020, Palazzo Morando ospita una suggestiva mostra sulla Milano degli anni '60, l'epoca del miracolo economico. E non solo...

Calendario Lavazza 2020: gli scatti sono di LaChapelle

Realizzato fra la natura opulenta e incontaminata delle Hawaii, il calendario Lavazza 2020 porta la firma inconfondibile dell'istrionico e trasgressivo fotografo americano David LaChapelle

Commenti