Rita Fenini

-

Progetto di arte contemporanea non profit promosso da Luciano Benetton, "Imago Mundi" presenta quest' anno "Kiwi Consciousness: New Zealand”, una collezione d' arte dedicata alla Nuova Zelanda che dal 20 ottobre 2016 entrerà a far parte della permanente negli Spazi Bomben della Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso

In esposizione 210 opere, frutto della creatività di altrettanti artisti, tutti coinvolti – come in ogni collezione del progetto mondiale – in nome  della convivenza delle diversità espressive e del dialogo interculturale. Giovani talenti e maestri già affermati, provenienti da tutti i gruppi etnici che compongono il variegato melting pot neo-zelandese, che incrocia genti, discendenze e culture di origine europea (inglese, scozzese, tedesca, italiana), polinesiana, Maori.

L' obiettivo di "Imago Mundi", che ha già coinvolto oltre 120 Paesi e comunità native e 20.000 artisti, è quello di unire i diversi Paesi, culture e minoranze etniche, invitando tutti a dialogare in nome dell’arte. Da qui nasce un caleidoscopio di tecniche, colori, correnti, ispirazioni. Un mosaico di storie, passioni, sogni, azioni e contraddizioni, dove ciascuna opera vive di luce propria ma al contempo diventa il tassello di un immaginario globale.


Gli artisti di Imago Mundi sono promossi internazionalmente attraverso i cataloghi, la piattaforma imagomundiart.com e la partecipazione a rassegne ed esposizioni, in collaborazione con istituti privati e pubblici, in tutto il mondo: da Venezia (Biennale Arte 2013; Fondazione Cini 2015) al Senegal (Biennale Dak’Art Off 2014); da Roma (Museo Carlo Bilotti, 2014/2015) a New Orleans (NOMA Museum, 2014/2015); da Vienna (Museo Belvedere & Winter Palace, 2015) a New York  (Pratt Institute, Brooklyn, 2016).

Fondazione Benetton Studi Ricerche Spazi Bomben
via Cornarotta 7-9
Treviso

© Riproduzione Riservata

Commenti