Rita Fenini

-

Nella suggestiva cornice di Palazzo Reale, 110 opere - molte di dimensioni monumentali, alcune delle quali inedite o mai esposte in Italia - dell’ artista "cult" americano si affiancano a quelle di autori di epoche diverse, a cui Keith Haring si è ispirato e che ha reinterpretato con il suo stile unico e inconfondibile, in una sintesi narrativa di archetipi della tradizione classica, di arte tribale ed etnografica, di immaginario gotico o di cartoonism, di linguaggi del suo secolo e di escursioni nel futuro, con l’ impiego del computer in alcune sue ultime sperimentazioni. A "dialogare" con Haring, le opere di Jackson Pollock, Jean Dubuffet, Paul Klee per il Novecento, ma anche i calchi della Colonna Traiana, le maschere delle culture del Pacifico e i dipinti del Rinascimento italiano

Una mostra che si snoda in un allestimento emozionante e denso di rimandi al contesto in cui la breve ed esplosiva vita di Haring gli consentì di esprimersi come una delle personalità più riconosciute dell’ arte americana del dopoguerra.

L' esposizione è curata da Gianni Mercurio, promossa e prodotta dal Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale, Giunti Arte mostre musei e 24 ORE Cultura - Gruppo 24 ORE, con la collaborazione scientifica di Madeinart e il prezioso contributo della Keith Haring Foundation

KEITH HARING. ABOUT ART
Milano, Palazzo Reale
21 febbraio - 18 giugno 2017

Orari:
lunedì: 14.30-19.30
martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9.30-19.30
giovedì e sabato: 9.30-22.30
(ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)

© Riproduzione Riservata

Commenti