Rita Fenini

-

Caratterizzata da un nuovo percorso espositivo che, per la prima volta dopo il suo integrale recupero, utilizza come sede la Chiesa conventuale di San Giacomo Apostolo, "L’Eterno e il tempo tra Michelangelo e Caravaggio" è una mostra "sontuosa", che documenta quello che è stato uno dei momenti più alti e affascinanti della storia occidentale, ossia gli anni che intercorrono tra il Sacco di Roma (1527) e la morte di Caravaggio (1610) e che, artisticamente, segnano il passaggio dal Rinascimento al Barocco

Quando

"L'Eterno e il tempo" sarà visitabile dal 10 Febbraio al 17 Giugno 2018 nei seguenti giorni e orari

da martedì a venerdì dalle ore 9,30 alle 19,00


sabato, domenica e festivi dalle ore 9,30 alle 20,00


Chiuso tutti i lunedì


Apertura straordinaria 2 - 23 e 30 aprile

Dove

Ad ospitare la mostra, la Chiesa conventuale di San Giacomo Apostolo a Forlì, in Piazza Guido da Montefeltro

Perchè è interessante

Dall'ultimo Michelangelo a Caravaggio, obiettivo della mostra forlivese - divisa in 13 sezioni - è quello di tessere un filo storico e artistico che si intreccia per illustrare la nascita dell’età moderna attraverso un percorso d'arte straordinario, che raccoglie insieme capolavori di Raffaello, Rosso Fiorentino, Lorenzo Lotto, Pontormo, Sebastiano del Piombo, Correggio, Bronzino, Vasari, Parmigianino, Daniele da Volterra, El Greco, i Carracci, Barocci, Veronese, Tiziano, Zuccari, Reni e Rubens.

Tra tutti questi grandi, si dipana un filo estetico di rimandi e innovazioni che darà vita a un' età nuova


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Raffaello e l'eco del mito, a Bergamo

FIno al 6 maggio 2018, alla GAMeC, un percorso espositivo alla scoperta dell'opera di uno dei grandi maestri del Rinascimento

Picasso, De Chirico, Morandi in mostra a Brescia

Dal futurismo alla metafisica, dal Romanticismo fino all'Arte informale, una mostra a Palazzo Martinengo

Leonardo 39, la costruzione di un mito a Milano

Al Museo della Scienza e della Tecnica, un'esposizione che ripercorre la genesi e gli sviluppi della famosa e discussa mostra su Leonardo del 1939

Commenti