Il Mercadante di Napoli cerca il rilancio

Il comune non ha più soldi per una delle istituzioni culturali della città? Ecco che nasce un caffè letterario gestito da due noti librai napoletani

Teatro Mercadante. Tratto da teatrostabilenapoli.it

Maria Pirro

-

A Napoli gli autobus si fermano perché senza gasolio, e anche al  Mercadante “la navigazione è molto tormentata”. Nel giorno del caos  trasporti il direttore artistico del teatro, Luca De Falco,  dà la misura del disagio che attraversa la programmazione culturale. Ne  indica la cifra: “Oltre 5,6 milioni" dice. "Sono i debiti accumulati dal  Comune di Napoli, tra il 2008 e il 2012. Qui il pagamento più “antico”  risale infatti al 2007. Se non ci sono nemmeno i soldi per il  rifornimento carburante (i pullman tornano a circolare con regolarità in  serata, giovedì 31 gennaio), si capisce come la situazione è  complicata”. Unica strada possibile: “Cercare di trattare quest'attività  come un'azienda. Tra il 2011 e il 2012, ho procurato 2,8 milioni, di  autofinanziamento allo Stabile, e continuo a lavorare in questa  direzione”.

Ora il Mercadante prova a riaccendere i motori  della cultura con un il progetto di imprenditoria condiviso dai librai  Colonnese e Pisanti. Si chiama “Libri&Caffè”, il nuovo  spazio inaugurato nel teatro, dalle forme essenziali e i materiali in  cartone totalmente riciclato per gli arredi: librerie, tavoli, scaffali e  un bar, l'area del foyer al primo piano con accesso diretto in piazza Municipio. Obiettivo: "Creare lavoro promuovendo un luogo diverso, dove incontrarsi, leggere, darsi appuntamento, degustare vini e cibi di qualità, prendere l'aperitivo: tutti i giorni (tranne il lunedì), dalle 16,30 a fine spettacoli; prossimamente, anche a partire dalle 10" afferma Edgar Colonnese.

L'iniziativa nasce infatti dalla collaborazione di due librai cittadini di seconda generazione, Colonnese con Luca Pisanti, assieme alla società MetroArtBookstore, e coinvolge nomi e fornitori di prodotti doc e biologici, eccellenze di Napoli e della Campania. “Un'iniziativa – sintetizzano Colonnese e Pisanti – siglata da scelte di qualità che, in un contesto difficile, di crisi per le librerie, abbiamo voluto condividere mettendo in campo le nostre specifiche esperienze e storie convinti della necessità di prospettare nuove risorse e immaginare altri spazi per il futuro del libro e dei suoi spazi di fruizione”. Esperienze, peraltro, già consolidata in diverse
città e capitali europee.

Dice Pisani: “La selezione di libri in commercio proposta al Mercadante punta, in particolare, su teatro e spettacolo in generale, narrativa italiana e straniera, letteratura di viaggio e turismo, scritti di cucina”. Ma punta anche a un'offerta di libri antichi, esauriti e rari, e alla raccolta di opere dedicate al “pianeta Napoli”. Difatti, a inaugurare gli appuntamenti di “Incontra l'autore da Libri&Caffè”, venerdì primo febbraio alle 18, Diego De Silva con il suo “Mancarsi” (Einaudi), presenta Francesco Durante. A seguire l'8 febbraio Maurizio de Giovanni con “Vipera” (Einaudi), presenta Angelo Petrella, e il 20 febbraio Marco Ciriello, “Il Vangelo a benzina” (Bompiani), con Davide Morganti e Gianni Solla. Previste al Mercadante anche mostre di fotografia e di opere di artisti contemporanei, cicli di letture, corsi di degustazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti