Dopo il premio internazionale di Francoforte (International Highrise Award) nel 2014 e i successi in Cina, il Bosco Verticale  disegnato e progettato da Boeri Studio (Stefano Boeri, Gianandrea Barreca, Giovanni La Varra) e gestito da COIMA SGR, nel quartiere Porta Nuova Isola a Milano, è stato premiato negli Stati Uniti, come grattacielo più bello e innovativo del Pianeta.

Il prestigioso Council on Tall Buildings and Urban Habitat promosso dal Illinois Institute of Technology di Chicago, ogni anno elegge il grattacielo più bello di ogni continente, successivamente sceglie tra tutti i vincitori, il grattacielo più bello e innovativo del pianeta.
Il Bosco Verticale dopo aver vinto il premio come grattacielo più bello e innovativo per l'Europa, annunciato nei mesi scorsi, si è aggiudicato ieri sera il premio come Migliore Architettura del mondo 2015 (Premio vinto lo scorso anno dal One Central Park di Sidney – Australia) dando, quindi, all'architettura europea la vittoria sugli altri continenti. 

Il premio è stato consegnato a Chicago nella notte, durante la cerimonia nella famosa Crown Hall disegnata da Mies van der Rohe.
Il Bosco Verticale ha vinto questo prestigioso riconoscimento, concorrendo con: One World Trade Center - New York, realizzato dal prestigioso studio SOM (vincitore del premio CTBUH per gli Stati Uniti d’America) dato per favorito, CapitaGreen – Singapore, realizzato da Toyo Ito & Associates Architects (vincitore del premio CTBUH per l’Asia - Ausatralasia), Burj Mohammed Bin Rashid Tower - Abu Dhabi, realizzato da Norman Foster  + Parters (vincitore del premio CTBUH per il Medio Oriente e l’Africa).

La motivazione con la quale è stato assegnato il premio è la seguente: “Il Bosco Verticale è un esempio unico nell'utilizzo del verde in altezza e in proporzione. La "facciata vivente" dell'edificio, che incorpora numerosi alberi e oltre 90 specie di piante, svolge il ruolo di interfaccia attiva per l'ambiente circostante. Ciò che rende l'idea eccezionale è l'azione delle piante, che agiscono come estensione della copertura esterna dell'edificio. La giuria ha definito innovativa l'esplorazione della vitalità del verde su tali altezze”.

Manfredi Catella, co-fondatore e Amministratore Delegato di COIMA SGR, ha dichiarato: "Questo ulteriore riconoscimento internazionale a Porta Nuova e al Bosco Verticale riafferma la reputazione dell'architettura italiana nel mondo attraverso progetti innovativi che comprendono nuove sfide del costruire in tema di sostenibilità”.

Stefano Boeri, dichiara: “Dopo il premio mondiale di Francoforte del 2014, il premio planetario del CTBUH di Chicago è la conferma che il Bosco Verticale di Milano è diventato una icona dell’architettura internazionale contemporanea. Sono felice per Milano, che nel Bosco Verticale ha oggi un simbolo del suo rilancio e per la cultura e l’architettura italiana, che confermano un momento di grande innovazione. Il premio al Bosco Verticale è un premio al coraggio e al lavoro collettivo di un gruppo di creativi, tecnici, esperti, imprenditori, operai edili, che hanno realizzato a Milano un’architettura pionieristica e unica al mondo”. 

Bosco Verticale è situato in Porta Nuova, uno dei più importanti progetti di riqualificazione urbana in un centro storico in Europa, il cui investitore unico è Qatar Investment Authority. 

Credits del progetto:

Boeri Studio (Stefano Boeri, Gianandrea Barreca, Giovanni La Varra)

Bosco Verticale Landscape Design: Emanuela Borio and Laura Gatti

Interior Design: COIMA Image in collaborazione con Dolce Vita Homes

Aesthetic Supervision of works: Davor Popovic

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti