Rita Fenini

-

Oltre alla mostra dedicata a Rosso Fiorentino, dal 3 aprile la splendida Volterra diventa teatro anche della grande fotografia internazionale e ospita due esposizioni dedicate al genio di Pier Paolo Pasolini e di Terry O'Neill: due grandi artisti, molto diversi tra loro, a volte addirittura opposti nel linguaggio, ma che trovano un comune denominatore nell’ aver rappresentato e nell’essere diventati essi stessi delle icone.

Alla Pinacoteca Civica di Volterra, i maestri convivono e dialogano tra loro: da una parte Pier Paolo Pasolini, regista e poeta nel cui pensiero dominano i corpi e i luoghi del mondo popolare; dall’altra Terry O’ Neill, uno dei più grandi fotografi del ‘900, che attraverso il suo obiettivo ha immortalato le grandi star dagli anni ’60 in poi. Le due esposizioni, che si inseriscono nel ciclo del grande evento 2014 - 2015 "Rosso Fiorentino. Rosso Vivo", sono promosse dal Comune di Volterra, prodotte ed organizzate da Arthemisia Group e realizzate con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e sponsorizzate da di Generali Italia.


“Icone a Volterra. Terry O'Neill e Pier Paolo Pasolini”,
a cura di Sergio Anelli e Cristina Cristina Carillo de Albornoz
Pinacoteca Civica di Volterra
Fino al 31 dicembre 2015

© Riproduzione Riservata

Commenti