Corraini, tra grafica e design, ma anche libri in forma classica

Tre modi diversi per parlare di design (e custodirli in libreria) dell'editore mantovano

HappyCentro, la lampada Arco di Achille Castiglioni reinterpretata per "Grafici Mobili", Corraini Editore (Ufficio stampa)

Micol De Pas

-

Design in forma di carta. In tre idee firmate Corraini. L'editore mantovano infatti si fa portavoce della creatività contemporanea. Con un primo progetto indipendente, in cui chiama a raccolta le idee e le icone, del passato e del presente. Si chiama Grafici Mobili, ed è una sfida, ma anche un incontro, tra due discipline diverse, la grafica e il design. Così è nata la mostra presso 121 +Libreria Extemporanea di via Savona a Milano, in cui grafici e illustratori reinterpretano, in versione poster, oggetti e mobili del design. Accanto a proposte illustri come quelle di Bruno Munari e Abe Steiner ci saranno autori contemporanei come Martì Guixé, Silvia Sfligiotti, Giancarlo Iliprandi, Tomi Um e altri ancora.

E poi ci sono i cataloghi, metodo più classico per conservare i progetti, ma questa volta legati a due eventi particolari del Fuori Salone.

Il primo è L’essenza e l’eccesso di Paolo Ulian per Goodesign, una raccolta dei disegni di prodotti che rappresentano gli eccessi di un consumismo acritico. Esattamente quell'atteggiamento che ha fatto di quegli stessi oggetti beni assolutamente indispensabili (ma solo ai nostri occhi). Giovedì sarà presente Paolo Ulian, che guiderà il pubblico all'esposizione presso la Cascina Cuccagna, a partire dalle ore 18. Altrimenti, ci sarà presto il relativo volume che raccoglie il progetto di Ulian, pubblicato da Corraini.

La seconda esposizione è Milano si Autoproduce Design: centinaia di designer artigiani, microimprenditori, autoproduttori, creatori dissociati si incontrano in occasione del Salone per esporre i loro lavori. E Corraini li presenta nell'omonimo volume. Dal 9 al 14 aprile alla decagonale Rotonda, ora sede dell'AMBROSIANEUM.

© Riproduzione Riservata

Commenti