Rita Fenini

-

In un percorso cronologico e tematico che si articola lungo circa 70 tele, l’esposizione londinese presenta opere (di cui alcune mai prestate prima) provenienti da varie istituzioni pubbliche e private, concentrandosi esclusivamente sulla ritrattistica di Goya, la cui produzione costituisce un terzo di tutti i lavori realizzati nel corso della sua lunga carriera.

Dipinti a grandezza naturale su tela, miniature su rame, disegni con il gesso nero e rosso: questa importante mostra (curata da Xavier Bray) ripercorre le tappe principali della vita e della carriera dell' artista, dagli esordi alla corte di Madrid, alla nomina a primo pittore di corte di Carlo IV, passando per il difficile periodo del governo di Giuseppe Bonaparte e l’ascesa al trono di Ferdinando VII, fino agli ultimi anni del voluto esilio francese. Pittore dell' alta società spagnola, di sovrani e nobili, politici ed intellettuali, Goya non fu mai adulatore di nessuno, ma insuperabile nel cogliere, di tutti, la personalità. Magari in un solo dettaglio.

Goya: the Portraits

The National Gallery - London -

7 ottobre 2015 - 10 gennaio 2016

© Riproduzione Riservata

Commenti